Una trentina di migranti rintracciati a Pese

L'episodio è successo intorno alle 6 di questa mattina e ha coinvolto 28 cittadini di origine afghana. Le prime operazioni le sta svolgendo la Polizia di Frontiera. La Questura: "Non sappiamo se chiederanno la protezione internazionale"

Polizia

Questa mattina intorno alle 6 presso l'ex valico confinario di Pese/Pesek la Polizia di Frontiera ha rintracciato e fermato 28 cittadini di origine afghana che si stavano dirigendo verso Trieste. Al momento sono gli stessi agenti della Frontiera che si stanno occupando delle prime operazioni. La Questura di Trieste attraverso la portavoce Martina Cannella fa sapere che "al momento non sappiamo se richiederanno la protezione internazionale". 

Con l'arrivo della bella stagione e dei mesi più caldi gli arrivi dalla cosiddetta rotta balcanica vedranno un incremento dei flussi in direzione Trieste, dove circa un anno fa è stata trasferita la Commissione per i rifugiati, un tempo a Gorizia. Coglie la palla al balzo il Sindacato Autonomo di Polizia con il segretario Lorenzo Tamaro. 

Il SAP commenta subito

"Ci si attende che segua anche un rinforzo di personale della Polizia di Frontiera che oggi conta di un organico decimato nel tempo da politiche passate, sbagliate, che prevedevano solo chiusure e “razionalizzazioni” incuranti delle necessità di questo territorio. La Polizia di Frontiera, dopo “l’apertura dei confini” nel 2007,  prevedeva una pianta organica composta da circa 120 unità, ma già nel 2015 si era ridotta a 110 operatori di Polizia di Frontiera. Ad oggi sono rimasti solo 98 i poliziotti sulla Frontiera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' di Marina Buttazzoni il cadavere trovato a Portopiccolo

  • "Non trovo personale che venga a lavorare", anche a Trieste imprenditori in crisi

  • Rive, scampata tragedia nella notte: finisce in mare con la 500 e si salva da sola

  • Rivalutazione pensioni 2020, al via l'aumento degli importi

  • Colpisce due auto e si cappotta: un ferito a Cattinara

  • Ridotto sul lastrico dopo la separazione: sempre più padri "rovinati" dagli alimenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento