Migranti, Sap: "Triplicati gli irregolari rintracciati"

"Serve un'attenzione diversa per gli operatori: la Polizia Marittima di Trieste conta 59 operatori a fronte degli 81 previsti, mentre la Polizia di Frontiera Terrestre solamente 100 rispetto ai 120 previsti"

"I numeri parlano chiaro: rispetto all’anno scorso, è più che triplicato il numero dei migranti irregolari rintracciati e, di conseguenza, è aumentato, anzi raddoppiato, quello dei favoreggiatori arrestati". Dichiara il Sap di Trieste citando gli organi di stampa a margine del bilancio di fine anno comunicato dai vertici del Settore Polizia di Frontiera di Trieste e della IV Zona Polizia di Frontiera per il Triveneto: "In particolare dallo scorso maggio, con un picco tra luglio e ottobre, la fascia confinaria della Provincia di Trieste è stata interessata da un continuo flusso di migranti irregolari che hanno raggiunto l’Italia attraverso la Rotta balcanica. Duplicato, invece, il numero degli indagati in stato di libertà".

Incremento della "Rotta Balcanica"

"Dati incontrovertibili - continua Lorenzo Tamaro, segretario provinciale del sindacato - che confermano l’incremento della “Rotta Balcanica” che il SAP di Trieste aveva già denunciato nel corso dell’estate scorsa: ciò corrispondeva al vero. Da ciò, la necessità e richiesta di ottenere un maggior numero di uomini da disporre su questo territorio era ed è tutt’ora una priorità per poter contrastare un fenomeno in aumento".

Migranti: 1500 irregolari rintracciati in un anno

Operatori non sufficienti

La Polizia di Frontiera Terrestre e Marittima di Trieste seppur nelle loro caratteristiche differenti oggi hanno un denominatore comune, quello di un numero di operatori di Polizia al di sotto dell’organico previsto. Oggi la Polizia Marittima di Trieste conta 59 operatori a fronte degli 81 previsti, mentre la Polizia di Frontiera Terrestre solamente 100 rispetto ai 120 previsti, in un’epoca dove le attività portuali sono aumentate e si auspica aumenteranno ancora di più e sul fronte confine terrestre, come appunto certificato dal numero di rintracci, il fenomeno dell’immigrazione clandestina più che triplicato".

Altre carenze

"Non di minor importanza inoltre è una migliore dotazione di automezzi, oggi vecchi e spesso inadeguati per le strade ed il territorio da perlustrare. Anche gli uffici attualmente sono inidonei a poter accogliere gruppi piuttosto numerosi di persone che vengono rintracciati in posizione irregolare sul nostro territorio", specificando poi che "l’attuale struttura di Fernetti non è in grado di poter più soddisfare queste esigenze. Chiediamo inoltre che in caso di rintracci di persone che hanno percorso un viaggio così lungo ed insidioso e che inevitabilmente versano in condizioni igienico-sanitarie spesso precarie, venga previsto del personale medico di supporto per accertare le condizioni di salute".

Polizia: il congedo del questore Isabella Fusiello 

Potrebbe interessarti

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Manutenzione forno, ecco 4 rimedi eco-friendly per una massima igiene

  • Come lucidare l'argento, ecco 6 rimedi naturali super efficaci

I più letti della settimana

  • Trovato morto il terzo disperso nel crollo della palazzina a Gorizia (FOTO)

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

  • I benefici del latte di mandorla. Gli usi, le proprietà e le controindicazioni

  • Rintracciati 40 migranti a Gorizia, SAP: "Bene minaccia sospensione Schengen"

  • Trieste Trasporti, dal 1 luglio attivi i bus a chiamata

  • A torso nudo con cappello da cowboy molesta le passanti

Torna su
TriestePrima è in caricamento