"Fascista" al regista di Rosso Istria. Il regista: "No comment"

Dopo gli attacchi ricevuti da Maximiliano Hernando Bruno la casa di produzione ci ha comunicato l'intenzione da parte del regista di non rilasciare alcuna dichiarazione in merito alla vicenda. Domani alle 12 il film verrà presentato in Comune

"Amici di Rosso Istria, volevamo condividere con voi uno dei tanti attacchi che sta subendo il regista del film su Facebook tramite messaggi privati". La nota arriva direttamente dalla pagina facebook del film Red Land - Rosso Istria, il film sulla vicenda della giovane istriana Norma Cossetto, assassinata in Istria dai partigiani durante la Seconda guerra mondiale. Il film e il regista Maximiliano Hernando Bruno saranno ospiti domani mattina alle 12 nel Salotto Azzurro del Comune di Trieste. 

Red Land - Rosso Istria 

Il film tratta il tema delle Foibe e, come si legge nella nota del Comune di Trieste "dei drammatici avvenimenti del Confine orientale nella seconda guerra mondiale, emblematicamente rappresentati dalla vicenda tragica di Norma Cossetto". Alla presentazione interverranno il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, i titolari della casa di produzione Venice Film, lo stesso regista e gli attori. Prevista anche la partecipazione di Renzo Codarin, presidente dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. 

Il film, girato a Trieste, Treviso, Padova e in Istria, verrà proiettato in anteprima (su invito) nella stessa serata di domani, al Cinema Ambasciatori di Trieste, per uscire quindi sugli schermi italiani a partire da giovedì 15 novembre. 

Le minacce

Definiscono il regista come fascista solo per aver raccontato una verità scomoda su una tragedia storicamente riconosciuta e ricordata ogni anno il 10 febbraio con la "Giornata del Ricordo". A questi signori volevamo proporre di presentarsi il 10 di Febbraio nel luogo in cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si troverà come ogni anno ad omaggiare le vittime delle foibe e di dare del fascista e del revisionista anche a lui...forse l'ignoranza di questi signori Ignora anche l'esistenza di questa giornata". 

No comment da parte del regista

Abbiamo provato ad intervistare Maximiliano Hernando Bruno sulla vicenda e sugli attacchi subiti via facebook. Dopo un primo contatto, la casa di produzione Venice Film ci ha comunicato che "il regista non intende rilasciare alcuna dichiarazione in merito". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Sono d'accordo con Andrea Venticinque. Inoltre dal momento che si afferma questo su Cristicchi è chiaro che la sinistra ha ancora in mano la Cultura e si comporta essa stessa da Fascista! Aggiungo a chi ha scritto sopra, di pubblicare i commenti perlomeno rivisti: "fine" e non "gine" e poi la "e" (verbo) va accentata e non apostrofata. Ignorante oltre che culturalmente in quanto vorrebbe il silenzio su cio che può non far comodo, anche scolasticamente!

  • Riconoscere il sangue versato DAGLI ALTRI è un atto di intelligenza. Avversare questo film è, per converso, un atto estremistico e totalmente stupido, oltre che disumano.

  • Per troppi anni avete nascosto i crimini commessi dai vostri amici di sinistra, maestri e professori che volontariamente evitavano questi argomenti, libri che parlavano per capitoli e capitoli degli orrori dei Lager, ma nemmeno una parola su Foibe, Gulag, ecc... Ormai dovrete rassegnarvi, il mondo si sta svegliando e la storia, quella vera, sta uscendo allo scoperto. I veri fascisti siete voi, che nascondete avete nascosto la verità per anni, che vorreste farlo ancora e che minacciate e offendete quelli che si oppongono alla vostra censura e alla vostra dittatura.

  • Per fortuna da una ventina d'anni, a tutte le latitudini, ci sono veri storici che stanno tirando fuori la verità. Questi comunisti ridicoli hanno ancora vita breve, fra poco dovranno arrendersi all'evidenza ed i loro argomenti non avranno più nessuno specchio sul quale arrampicarsi. Anche i filmetti di Hollywood dai quali questi soggetti imparano la "storia" hanno vita breve. Non ci crede più nessuno.

  • Totale solidarietà a Bruno. Sarebbe ora che qualcuno avesse il coraggio di realizzare altri film sulle atrocità commesse dai "liberatori": ad esempio un sulle "marocchinate" con nomi e numeri.

  • una storia vera che fa pensare.i soliti topi di fogna sinistroidi che nella vita l'unico scopo e minacciare.chi sono i veri fascisti..?

  • I veri fascisti sono loro che non fanno raccontare una verità per troppo tempo nascosta.

  • Le solete Zecche di sinistra che non sanno più dove aggrapparsi...mi fate pena, ma soprattutto schifo!

  • aspetto con impazienza l'indignazione dei soliti indignati tipo diocesi, carita$, orioles, elisa, coop, cgilcisluil, schiavone, comitato dolci,ilpiccolo, gabrovec, la debborah, kosolo, ah saranno a qualche proiezione di film sul chapas

  • I comunisti si dimostrano sempre per quello che sono ..... ipocriti e patetici VERMI schifosi. Traditori della patria.

  • Il fascismo come il comunismo nel bene o nel male appartengono alla storia. Trovo fascista l'augurio del sinistro di turno a uno che non la vede o pensa come a qualcuno fa piacere e documenta dei fatti accaduti aldilà della verità in cui uno vuole credere.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Allerta gialla per forti raffiche di bora, possibili nevicate

  • Cronaca

    Investita in viale Miramare: ragazza 13enne in ospedale

  • Cronaca

    Donatori sangue, Ads Trieste 20mila iscritti, +1,9% nel 2018

  • Incidenti stradali

    Tamponamento tra camion su RA 13: cabina distrutta e un ferito

I più letti della settimana

  • Incidente auto-moto in Largo Barriera: grave un centauro

  • L'Harry's Piccolo di Trieste conquista la Stella Michelin

  • Morte Marianna Pepe: i risultati dell'autopsia

  • Ruba 2000 euro dalla cassa: commesso di un supermercato arrestato

  • Piano neve del Comune, tutto quello che c'è da sapere per evitare disagi

  • Ambulanza si schianta contro un furgone in via Bernini, in tre all'ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento