Miramare, Peroni: «Museo autonomo soluzione ottimale per rilancio, in arrivo ingenti investimenti»

Lo afferma l'assessore regionale al Patrimonio Francesco Peroni

«La soluzione individuata per Miramare dal ministro Franceschini, in accordo con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e con il sindaco di Trieste Cosolini, è la stessa che recentemente è stata scelta per gli Uffizi a Firenze, per il Polo reale di Torino, per la Reggia di Caserta, per Brera a Milano e per il Palazzo Ducale a Mantova. Tutte città, metropolitane e non, che non si sognerebbero mai di farsi e gestirsi da sole strutture museali di tale portata».

Lo afferma l'assessore regionale al Patrimonio Francesco Peroni.

«La soluzione di Miramare grande museo autonomo con risorse proprie, un proprio bilancio e un proprio progetto di sviluppo, con un direttore scelto su base internazionale - spiega Peroni - è la risposta più efficace e avanzata. È la risposta che pone le condizioni, questa sì, per quella visibilità internazionale che può, tra l'altro, attrarre investitori privati di livello adeguato a un sito così prestigioso».

«Non vogliamo che Trieste si chiuda in un orizzonte provinciale, che non le appartiene, e che - conclude l'assessore - la condannerebbe a una marginalità che non si merita». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento