Moto giocattolo della Polizia davanti alla Questura, il regalo di un bimbo per Pierluigi e Matteo

Il bimbo, accompagnato dai genitori, ha voluto ricordare così i due agenti uccisi il 4 ottobre.

Foto Gazzettino

E' una morte senza tempo quella dei due agenti uccisi il 4 ottobre davanti alla Questura e la loro scomparsa risuona ancora come un' eco nei cuori delle persone. In molti, infatti, sia ieri che oggi, si sono fermati in silenzio per ricordare quel tragico venerdì. D'altronde alcuni avvenimenti sono difficili da cancellare e, inevitabilmente, rimangono per sempre.

Quell'eco è capace di risuonare anche nei cuori dei più piccoli che, pur non comprendendo il concetto di fine della vita, riescono a sentire l'assenza. Così oggi, 20 ottobre, un bimbo, accompagnato dai genitori, ha voluto lasciare davanti alla Questura un modellino di una moto della Polizia, proprio per ricordare i due poliziotti.

Donazioni per le famiglie Demenego e Rotta

Si ricorda che è stato attivato presso la BNL Trieste un conto corrente intestato alla Questura di Trieste sul quale si possono effettuare bonifici per donazioni a favore delle famiglie Demenego e Rotta utilizzando l’IBAN IT 34 H 01005 02200 000000007717

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: la console croata chiarisce la posizione del Paese

  • Intimano l'alt e gli puntano il fucile contro: la gita in bosco si trasforma in un incubo

  • Blocco unilaterale dei confini, Fedriga chiede l'intervento del Governo

  • Va a sbattere contro un cassonetto, brutto incidente in strada di Fiume

  • La Slovenia fa dietrofront: le frontiere apriranno gradualmente

  • La giunta "riscrive" il calendario delle feste: la Liberazione sarà il 12 giugno

Torna su
TriestePrima è in caricamento