Morti sul lavoro: 69 in Italia nel 2017, il Fvg al 9° posto tra le regioni

I dati dell'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering. L'Abruzzo è stata la Regione maggiormente coinvolta con 15 casi

Il primo mese del 2017 si è concluso con ben 69 infortuni mortali sul lavoro, di cui 54 in occasione di lavoro e 15 in itinere. Un dato particolarmente elevato quello rilevato dall’ultima analisi condotta dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering sulla base di dati INAIL, in modo particolare se lo si confronta con il mese di gennaio 2016 quando il dato si era assestato a 37 casi.
L’Abruzzo è stata la Regione maggiormente coinvolta con 15 casi, seguita dalla Lombardia con 8 decessi e dal Veneto con 6. Il Fvg si trova al 9° posto con un solo infortunio mortale. La classifica è stata stilata in base all'indice di incidenza ed è consultabile sul sito www.vegaengineering.com.

Nonostante le regioni più colpite si trovino al nord e centro Italia, la macro area con un maggior indice di incidenza sugli occupati è il Sud Italia con 20 casi, pari al 37%, dato in linea con l’anno precedente. Il Sud è seguito dal Nord-Ovest con 17 casi e una percentuale del 31,5.
Da un punto di vista provinciale, Pescara risulta essere il capoluogo con più casi di infortuni mortali sul lavoro con 12 decessi nel mese di Gennaio e con una incidenza sugli occupati del 112,5. Pescara è seguita da L’Aquila con 3 casi e un indice di incidenza pari al 27,7.

I casi di morte sul lavoro in Italia per settore economico, evidenziano un picco di casistica in settori non determinati con 24 unità, pari al 44,4% dei casi totali. Questi sono seguiti dai 7 decessi del settore dell’attività dei servizi di alloggio e ristorazione, pari al13% del totale. Le morti bianche che hanno coinvolto stranieri sono state 7, pari al 13%, mentre i connazionali interessati sono stati 47 pari all’87%. Dal punto di vista del genere, 45 infortuni mortali hanno coinvolto uomini (83,3%), mentre 9 sono state le donne (16,7%).
Le fasce d’età che contano in maggior numero di casi, 14 vittime ciascuna, sono quella tra i 45 e 54 anni e quella tra i 55 e 64 anni (25,9% sul totale ciascuna). Tuttavia l’indice di incidenza più elevata sugli occupati è riservata alla fascia d’età degli ultra sessantacinquenni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "La Porta Rossa" conquista 3,5 milioni di spettatori. Guanciale: «A presto Trieste»

    • Sport

      All'Alma arena come in Nba: nuovo parquet firmato Allianz (VIDEO)

    • Cronaca

      Auto elettriche, Vito lancia la sfida: «In 3 anni sostituiremo 900 autovetture» (FOTO)

    • Cronaca

      Giornate Fai, Serracchiani: «L'apertura del Palazzo ex Lloyd è motivo di orgoglio»

    I più letti della settimana

    • Tragico incidente in galleria di Montebello: perde la vita una ragazza di 26 anni

    • Omicidio shock: decapita nonna e fratello, poi brucia le teste

    • Ritrovato Luca: fermato dai Carabinieri e consegnato alla madre

    • Incidente "fotocopia" in via Flavia: scooterista ferito (FOTO)

    • Scappa alla Polizia stradale con auto rubata, poi fugge a piedi e si rompe una gamba

    • Zaino sospetto in Giardino Pubblico: gli artificieri lo fanno brillare (FOTO)

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento