Morti sul lavoro: 69 in Italia nel 2017, il Fvg al 9° posto tra le regioni

I dati dell'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering. L'Abruzzo è stata la Regione maggiormente coinvolta con 15 casi

Il primo mese del 2017 si è concluso con ben 69 infortuni mortali sul lavoro, di cui 54 in occasione di lavoro e 15 in itinere. Un dato particolarmente elevato quello rilevato dall’ultima analisi condotta dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering sulla base di dati INAIL, in modo particolare se lo si confronta con il mese di gennaio 2016 quando il dato si era assestato a 37 casi.
L’Abruzzo è stata la Regione maggiormente coinvolta con 15 casi, seguita dalla Lombardia con 8 decessi e dal Veneto con 6. Il Fvg si trova al 9° posto con un solo infortunio mortale. La classifica è stata stilata in base all'indice di incidenza ed è consultabile sul sito www.vegaengineering.com.

Nonostante le regioni più colpite si trovino al nord e centro Italia, la macro area con un maggior indice di incidenza sugli occupati è il Sud Italia con 20 casi, pari al 37%, dato in linea con l’anno precedente. Il Sud è seguito dal Nord-Ovest con 17 casi e una percentuale del 31,5.
Da un punto di vista provinciale, Pescara risulta essere il capoluogo con più casi di infortuni mortali sul lavoro con 12 decessi nel mese di Gennaio e con una incidenza sugli occupati del 112,5. Pescara è seguita da L’Aquila con 3 casi e un indice di incidenza pari al 27,7.

I casi di morte sul lavoro in Italia per settore economico, evidenziano un picco di casistica in settori non determinati con 24 unità, pari al 44,4% dei casi totali. Questi sono seguiti dai 7 decessi del settore dell’attività dei servizi di alloggio e ristorazione, pari al13% del totale. Le morti bianche che hanno coinvolto stranieri sono state 7, pari al 13%, mentre i connazionali interessati sono stati 47 pari all’87%. Dal punto di vista del genere, 45 infortuni mortali hanno coinvolto uomini (83,3%), mentre 9 sono state le donne (16,7%).
Le fasce d’età che contano in maggior numero di casi, 14 vittime ciascuna, sono quella tra i 45 e 54 anni e quella tra i 55 e 64 anni (25,9% sul totale ciascuna). Tuttavia l’indice di incidenza più elevata sugli occupati è riservata alla fascia d’età degli ultra sessantacinquenni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Arrestate 3 persone e altre 2 denunciate durante il ponte del 25 aprile

    • Cronaca

      Pioggia e incidenti, due schianti in Gvt

    • Cronaca

      Maltempo, pioggia incessante: Isonzo in piena (VIDEO)

    • Cronaca

      Grande viabilità: lavori su A4 fra Latisana e San Giorgio (VIDEO)

    I più letti della settimana

    • Scampi, olio e vino: nasce la "Pescheria centrale" del 21enne Federico (FOTO)

    • Fermato per un faro spento, i Carabinieri trovano droga, pistola e soldi falsi: arrestato operaio 34enne

    • Lite in via Molino a Vento: i coinvolti sono altri due fratelli Caris

    • I migliori locali di carne a Trieste secondo Tripadvisor

    • Trieste, due pediatri sotto osservazione dell'Ordine dei medici: vaccini sotto il 50%

    • Locali d'affari e alloggi sfitti: il Comune mette a bando 50 locali scontati dal 20 al 50% (LISTA COMPLETA)

    Torna su
    TriestePrima è in caricamento