Nasce l'Accademia Calcio Freestyle: il triestino Swann Ritossa tra i fondatori

9.48 - L'Aicf nasce a Rom grazie alla collaborazione tra il team Fast Foot e il teatro Porta Portese

C'è anche un triestino tra i fondatori a Roma della prima Accademia italiana calcio freestyle. Si tratta di Swann Ritossa, classe 85, uno dei due fondatori della crew Fast Foot, composta da altri quattro ragazzi che hanno fatto della loro passione un lavoro, grazie a un mix di tecnica e creatività, di arte e sport.

Vi avevamo già parlato di Swann quando qualche mese fa era stato scelto per la seconda volta dal Milan per il tour promozionale in Cina: «Il nostro obiettivo oggi - ha detto Swann all'Ansa - è allargare il più possibile la scena del calcio freestyle attraverso la realizzazione della prima scuola di Calcio Freestyle in Italia con sede a Roma».

Il curriculum vitae della crew fa capire chiaramente che ci si trova davanti a veri e propri professionisti: insegnanti persso il settore giovanile del F.C. Barcellona nel 2011, performer ufficiali A.S. Roma e "brand ambassador", performer ufficiali della Nazionale italiana calcio a 5, performer e frestyle coach del Milan junior camp, più di 500 show tra Cina, Australia, Canada, Africa ed Europa, protagonisti di numerosi programmi e spot televisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

Torna su
TriestePrima è in caricamento