Nomine sanità, Shaurli (PD): "Conferma di Poggiana mostra influenza Cisint su Fedriga"

"Le nomine dei nuovi Direttori generali delle Aziende sanitarie dimostrano che Fedriga decide per spartizione e propaganda, e rischia di sfasciare il sistema sanitario regionale. La maggioranza è ancora in tempo a fermarsi"

Foto: Aiello

"Le nomine dei nuovi Direttori generali delle Aziende sanitarie dimostrano che Fedriga decide per spartizione e propaganda, e rischia di sfasciare il sistema sanitario regionale. La maggioranza è ancora in tempo a fermarsi". Lo afferma il segretario regionale del PD Cristiano Shaurli, commentando le notizie di stampa che anticipano i nomi dei nuovi Direttori generali delle Aziende sanitarie regionali, da approvare nella prossima seduta della Giunta regionale. In particolare è trapelato che viene confermato Antonio Poggiana per l'ASUITS e Stefano Dorbolò al Burlo. Giuseppe Tonutti, invece, dirigerà l'Azienda regionale di coordinamento per la salute, Massimo Braganti l'azienda Udinese, Iosheph Polimeni nel Pordenonese, Francesco Tosolini al Cro di Aviano mentre Gianna Zamaro diventa direttrice generale della Direzione regionale della salute.

Aggressione a medico 118 in via Udine, la Fsi: "L'AsuiTs intervenga"

Il 'caso' Poggiana

Per l'esponente dem "il caso Poggiana conferma l'influenza del sindaco Cisint su Fedriga, cioè l'ingerenza della politica nella sanità, mentre la vicenda dell'Arcs è un fallimento esemplare. Fedriga aveva chiamato Zavattaro dalla Lombardia a governare la sanità Fvg e ora il supermanager strapagato è congedato (o se ne va) dall'Azienda Zero, dove è stato sempre con le valige in mano, mentre il suo vice già se n'era andato da mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se resa ufficiale - aggiunge Shaurli - sarebbe clamorosa l'esclusione di Paolo Bordon dai vertici della sanità Fvg. Il centrodestra era insorto contro di noi evocando le 'macerie' quando Bordon aveva scelto di dirigere la sanità trentina e ora, dopo esser stato in pectore per mesi, sarebbe proprio Fedriga a scartarlo per far posto ad altri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento