Nuovo mercato ortofrutticolo: la "caccia" all'investitore privato

Da via Ottaviano Augusto il mercato sarà spostato all'ex duke di San Dorligo. Sia la ristrutturazione che la gestione saranno esternalizzate a privati. Giorgi: "C'è bisogno di logica imprenditoriale, gestione comunale insostenibile per costi, personale, e burocrazia. Già arrivate telefonate importanti"

Foto di repertorio

Sarà un privato a riqualificare e gestire il nuovo mercato ortofrutticolo all'ingrosso di via Ressel, con la procedura di finanza di progetto in una forma di partenariato con il Comune. Come già reso noto la scorsa estate, la sede di via Ottaviano Augusto sarà quindi liberata e il mercato sarà trasferito nella sede dell'ex Duke a San Dorligo della Valle. Il Comune avvia quindi una 'consultazione preliminare di mercato' per raccogliere le proposte di operatori economici interessati a investire nella nuova realtà commerciale. La scelta di spostare il mercato dal centro cittadino è stata effettuata per rendere il mercato più accessibile a chi arriva da fuori Trieste, soprattutto nell'ottica dell'ingresso della Croazia in UE, previsto nel 2020. 

Risistemazione dell'ex Duke

Dopo aver acquistato da Ezit la struttura dell'ex Duke per un milione e 190 mila euro, l'amministrazione comunale ha avviato e concluso i lavori di risistemazione per 200 mila euro. “Abbiamo effettuato delle verifiche – ha dichiarato l'assessore ai lavori pubblici Elisa Lodi -, escludendo la presenza di amianto, per poi partire con la demolizione delle pareti interne e non portanti del fabbricato”.

Attualizzare l'offerta

“Il mercato di Campo Marzio sarà dismesso – ha spiegato Enrico Conte, direttore del Dipartimento Lavori Pubblici, Finanza di Progetto e Partenariati -, nella futura prospettiva di valorizzare la zona, e sarà necessario sdemanializzare l'area perché i mercati afferiscono al demanio. In secondo luogo sarà necessario attualizzare l'offerta del mercato, quindi la sua gestione  sarà indiretta tramite la formula di finanza di progetto: un intervento che vedrà a carico di un privato sia la ristrutturazione che la gestione del mercato stesso. Gestendo l'opera potrà ripagarsi i costi sostenuti. La stessa procedura è stata usata anche per il Park San Giusto, con il nuovo centro congressi in Porto Vecchio e l’impianto Giorgio Ferrini di Ponziana. Per il momento stiamo notando grande partecipazione da potenziali investitori”. 

Amministrazione comunale e imprenditorialità

“Nel 2019 – ha dichiarato l'assessore ai mercati Lorenzo Giorgi – non è più pensabile per l'ammnistrazione comunale gestire direttamente le situazioni dove sono gli imprenditori a dover lavorare. Se i mercati restano in gestione comunale sono sottoposti a problematiche di burocrazia e regolamenti che cozzano contro la logica imprenditoriale. Anche per una questione di dipendenti e di personale, che devono gestire anche il mercato ittico e il mercato coperto, per il quale abbiamo appena aperto le manifestazioni d'interesse. L'obiettivo è quello di riempire quelli che rischiano di diventare contenitori vuoti con le idee e la gestione di qualcuno che ha tutto l'interesse e le competenze per trarre profitto da essi. Prospettiamo una soluzione simile anche per il mercato ittico nella zona del canale navigabile”. 

L'attuale mercato

“Il mercato ortofrutticolo – ha concluso poi Giorgi - oggi soffre molto la concorrenza con quello di Udine per la sua inaccessibilità, mentre vogliamo che diventi snello, gestito da imprenditori e accessibile a quei furgoni che passano il confine arrivando da Slovenia e Croazia e diretti verso Udine. Già qualche telefonata ci è arrivata da grossi imprenditori nazionali”.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Cade sulla Napoleonica: ferita dopo un volo di 20 metri

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

  • Frontale moto-furgone in via Brigata Casale: grave un 26enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento