Nuovo regolamento: 28 sanzioni a parcheggiatori e mendicanti

Il vicesindaco Pierpaolo Roberti su Facebook: «Non molliamo»

Parla di ben 28 sanzioni ai danni di parcheggiatori abusivi, mendicanti e venditori ambulanti abusivi il «bilancio di questi primi giorni del nuovo Regolamento di Polizia urbana (da domenica alle 13 di oggi)». Lo rende noto il vicesindaco Pierpaolo Roberti sulla sua pagina Facebook relazionando appunto l'operato della Polizia locale in applicazione del nuovo regolamento (entrato in vigore domenica 2 aprile). 

Sono 9 sanzioni relative all'articolo 9 lettera R, ossia quello relativo ai parcheggiatori abusivi, che prevede una sanzione di 50 euro e quella accessoria del sequestro dei libricini e merci di scarso valore; 13 le multe in base all'articolo 9 lettera Q, quello che regola l'accattonaggio: anche in questo caso c'è la sanzione di 50 euro; più grave invece l'unica sanzione (articolo 9 lettera P) per un mendicante che ostentava piaghe, nudità o deformità: 300 euro

Oltre a queste - spiega sempre Roberti -, ci sono state: 1 sanzione D.Lvo 54/11 con sequestro per vendita di giocattoli privi del marchio CE e 2 sanzioni ad ambulanti in base alla LR 29, una con sequestro perchè privo di licenza ed uno perchè pur provvisto vendeva in zona vietata.

Non molliamo.

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento