Nuovo regolamento: 28 sanzioni a parcheggiatori e mendicanti

Il vicesindaco Pierpaolo Roberti su Facebook: «Non molliamo»

Parla di ben 28 sanzioni ai danni di parcheggiatori abusivi, mendicanti e venditori ambulanti abusivi il «bilancio di questi primi giorni del nuovo Regolamento di Polizia urbana (da domenica alle 13 di oggi)». Lo rende noto il vicesindaco Pierpaolo Roberti sulla sua pagina Facebook relazionando appunto l'operato della Polizia locale in applicazione del nuovo regolamento (entrato in vigore domenica 2 aprile). 

Sono 9 sanzioni relative all'articolo 9 lettera R, ossia quello relativo ai parcheggiatori abusivi, che prevede una sanzione di 50 euro e quella accessoria del sequestro dei libricini e merci di scarso valore; 13 le multe in base all'articolo 9 lettera Q, quello che regola l'accattonaggio: anche in questo caso c'è la sanzione di 50 euro; più grave invece l'unica sanzione (articolo 9 lettera P) per un mendicante che ostentava piaghe, nudità o deformità: 300 euro

Oltre a queste - spiega sempre Roberti -, ci sono state: 1 sanzione D.Lvo 54/11 con sequestro per vendita di giocattoli privi del marchio CE e 2 sanzioni ad ambulanti in base alla LR 29, una con sequestro perchè privo di licenza ed uno perchè pur provvisto vendeva in zona vietata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non molliamo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento