Tuffo dall'"Occhio del diavolo", paralisi temporanea per un 45enne sloveno

Disavventura per un tuffatore spericolato ieri a Sistiana: l'uomo si è lanciato in mare dalla vedetta tedesca, a oltre 13 metri di altezza, ma l'impatto con il fluido non è stato perfetto e il bagnante ha subito un trauma che gli ha paralizzato momentaneamente le gambe. Sul posto Polizia e 118

Momenti drammatici ieri, domenica 9 agosto, a Sistiana, dove un uomo di 45 anni sloveno ha temuto di aver perso l'uso delle gambe in seguito a un tuffo da oltre 13 metri di altezza. 

Il "trampolino" è il solito "Occhio del diavolo", l'antica vedetta a strapiombo sul mare che i tedeschi utilizzavano nel corso della Seconda Guerra Mondiale: l'uomo ha sbagliato il tuffo e ha impattato il liquido sottostante violentemente (che da quell'altezza equivale al cemento) di schiena. Una volta riemerso, il bagnante ha subito avvertito l'impossibilità di utilizzare le proprie gambe e ha chiesto aiuto.

Alcuni dei presenti lo hanno aiutato, mentre altri hanno chiamato i soccorsi: sul posto sono giunti gli operatori della Squadra Nautica della Polizia e il 118. Una volta stabilizzato, l'uomo è stato trasportato a Cattinara, ma già nel tragitto ha ricominciato a recuperare le funzionalità degli arti inferiori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, spopola sul web il nuovo grafico di un ricercatore di Trieste

  • Coronavirus, numeri choc alla casa di riposo La Primula: 39 su 40 positivi

  • Nuova ordinanza Fvg: confermato blocco fino a Pasquetta e obbligo di mascherine e guanti nei supermercati

  • Coronavirus, in Fvg cala il numero dei contagiati e cresce quello dei guariti

  • Coronavirus, Trieste tra le città più colpite del Nordest

Torna su
TriestePrima è in caricamento