Anziano morto in via del Veltro: è omicidio (FOTO)

L'uomo è stato trovato all'interno di un sacco, molte tracce di sangue nell'appartamento. La morte risalirebbe a circa due settimane fa. La vittima sarebbe stata malata da tempo, avrebbe sofferto di disabilità visiva ed era assistito da una badante che ora avrebbe fatto perdere le tracce

Ormai acclarata l'ipotesi di omicidio nello stabile di via del Veltro 45 a San Giacomo, dove Libero Foti, un uomo di 75 anni, è stato trovato dalla Polizia ieri sera all'interno di un sacco di nylon. Era deceduto ormai da circa due settimane e copiose tracce di sangue sono state trovate nell'appartamento. La Polizia parla di "una piccola ferita tra collo e sterno, che dovrà essere esaminata in sede di autopsia", ma per stabilire le dinamiche dell'uccisione in maniera precisa sarà essenziale il referto del medico legale.

Rumori inquietanti dall'appartamento

Stando alle testimonianze, circa due settimane fa i vicini avrebbero sentito dei forti colpi e delle grida provenire dall'appartamento la mattina presto, e da quel giorno nessuno ha più incrociato l'anziano o la sua badante. L'uomo, infatti, come confermato dai condomini, sarebbe stato malato da tempo e avrebbe sofferto di disabilità visiva, motivi per cui necessitava assistenza quotidiana.

Le testimonianze

L'ennesimo fatto di sangue quest'anno a Trieste, per di più in una zona che appare ben frequentata e popolata da persone a modo, tra cui gli abitanti del civico 45. Qualcuno, comprensibilmente, non se la sente di parlare, ma i più si dimostrano cortesi e disponibili per quanto scossi. Negli ultimi tempi pare che l'uomo non uscisse di casa a causa delle sue condizioni di salute, sembrerebbe quindi che non avesse coltivato rapporti stretti non solo nel condominio ma anche al di fuori, motivo per cui la tragedia è venuta alla luce quasi due settimane dopo. Costante invece il rapporto con la badante che, a quanto si apprende, conviveva con lui e ora avrebbe fatto perdere le sue tracce.

Caccia all'assassino

Sicuramente un altro colpo durissimo alla percezione della sicurezza dei triestini, ancora ben memori dell'omicidio degli agenti Rotta e Demenego e dell'accoltellamento sulla scala dei Giganti, mentre il report annuale del Sole 24 ore riferisce quattro denunce per omicidio in città nel 2018. Nel frattempo la Polizia, sotto il coordinamento del PM Federico Frezza, indaga e mantiene un riserbo strettissimo su quella che è ormai un'aperta caccia all'assassino. 

CAFF0CED-BBED-45C5-8A0E-4AA432F5930E-2

110B85ED-F1E7-4660-A24A-B389902B652E-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

Torna su
TriestePrima è in caricamento