Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

A renderlo noto è l'assessore alla Formazione Alessia Rosolen dopo l'approvazione dei finanziamenti di 2,5 milioni di euro. La manovra è destinata a persone disoccupate. 1000 ore di corso, possibilità di tirocinio e conseguimento della qualifica richiesta dal mercato del lavoro

"A partire dal prossimo ottobre prenderanno avvio i corsi di formazione per 400 nuovi operatori socio sanitari per l'anno formativo 2019-2020". A renderlo noto è un comunicato stampa diffuso oggi 19 agosto dall'assessore regionale alla Formazione, Alessia Rosolen. A pochi giorni dalla pubblicazione sul BUR dell'approvazione dei finanziamenti per dare il via ai corsi, la Rosolen ha fatto sapere che l'offerta è destinata "a persone disoccupate interessate a frequentare il corso di 1.000 ore al termine del quale si consegue la qualifica di operatore socio sanitario". 

I corsi: tutte le informazioni utili

I corsi che verranno attivati in autunno saranno completamente gratuiti e "consentiranno di soddisfare il fabbisogno di operatori individuati d'intesa con l'Assessorato alla Salute, le rappresentanze delle cooperazione sociale, i sindacati e direttamente dalle strutture e dai servzii sociali e socio sanitari presenti sul territorio regionale" così la Rosolen. Le ore di lezione si terranno nelle aule di Trieste, Udine, Gorizia, Codroipo, Cervignano, Pordenone e Tolmezzo. A partire da settembre vi sarà la possibilità di richiedere le informazioni necessarie ad iscriversi. 

Dove chiederle

Gli enti accreditati dalla Regione risultano essere Enaip Fvg (corsi a Trieste, Gorizia e Cervignano) Ires (Udine) e Indar (Udine e Codroipo), Fondazione Opera Sacra Famiglia (Pordenone) e Cramars per quanto riguarda Tolmezzo. La possibilità di frequentare corsi di formazione propedeutici alle opportunità del mercato del lavoro è un fronte dove la Regione è impegnata da anni. "Tra il 2016 e il 2018 - ha spiegato l'assessore - sono stati attivati 101 corsi e formati 2282 operatori: 760 gli allievi che hanno frequentato il corso di formazione di base nel triennio, 1.522 quelli che hanno aderito ai percorsi di misure compensative". 

In ultimo, alle allieve e allievi sarà anche erogata un'indennità oraria di 1,5 euro all'ora per le ore di tirocinio. Conseguita la qualifica di operatore socio-sanitario, i nuovi operatori potranno accedere immediatamente al mercato del lavoro. Il panorama dei servizi socio-sanitari, secondo la nota, "in questi
anni ha mantenuto un trend positivo per quanto riguarda l'occupazione". 

Il costo dei corsi

L'offerta formativa del piano 2019-2020 prevede uno stanziamento, sulla base dei finanziamenti riguardanti il Fondo Sociale Europeo, di 2 milioni e mezzo di euro. A margine dell'approvazione della formazione gratuita l'assessore Rosolen ha concluso affermando che "da settembre verranno nuovamente avviati anche i corsi di "Misure compensative per il conseguimento della qualifica di OSS". Questo programma permetterà l'ottenimento della qualifica di OSS anche a chi risulta essere già inquadrato come personale addetto all'assistenza, ma privo del titolo richiesto. 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • Trovato senza vita il 58enne triestino scomparso in Istria

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

  • Incidente sul Ra13: quattro feriti, una persona incastrata nel furgone

Torna su
TriestePrima è in caricamento