"Panchine rosse" nelle piazze Goldoni e Oberdan contro la violenza di genere (FOTO)

Della realizzazione si sono occupati gli studenti di una classe dell'I.S.I.S. da Vinci, che sono stati adeguatamente formati sulla violenza di genere

Una panchina rossa in ogni Comune, come monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità. Si tratta del progetto "panchina rossa", un percorso di sensibilizzazione e di informazione lanciato dagli Stati Generali delle Donne e rivolto ai Comuni, alle associazioni, alle scuole e alle imprese di tutta Italia. In data 21 novembre sono state infatti inaugurate in presenza dell'assessore alle pari opportunità Serena Tonel due "panchine rosse", installate in due importanti e nevralgici punti della città, crocevia di giovani, adulti, anziani e turisti quali piazza Oberdan e piazza Goldoni.

Della realizzazione si sono occupati gli studenti di una classe dell'I.S.I.S. L. da Vinci nell'ambito dell'alternanza scuola lavoro.Alle studentesse e agli studenti è stata fornita una formazione adeguata sulla violenza di genere a cura di esperte professioniste e per l'elaborazione grafica sono stati affiancati da una public art. I partecipanti hanno lavorato con impegno e costanza, manifestando interesse.

Previste anche tre panchine presso il Polo Giovani Toti, sede frequentata da molti giovani, vista la particolare attenzione rivolta agli adolescenti. Questo perché la violenza nelle giovani coppie è frequente e si presenta con comportamenti di dominazione e controllo, violenza psicologica, fisica e sessuale.

Si evidenzia come, con la realizzazione delle panchine rosse, si vuole mantenere alta l'attenzione sui femminicidi in maniera permanente e quotidiana, diversamente dalle mostre e dagli eventi temporanei. Questo fenomeno resta di enormi proporzioni, quasi sette milioni di donne hanno subito qualche forma di abuso nel corso della loro vita. Dalle violenze domestiche allo stalking, dallo stupro all'insulto verbale, la vita femminile è costellata di violazioni della propria sfera intima e personale. Spesso un tentativo di cancellarne l'identità, di minarne profondamente l’indipendenza e la libertà di scelta. 

Il tragico estremo di tutto questo è rappresentato dal femminicidio è ancora un reato diffuso ed un problema che necessita di una risposta non solo giudiziaria, ma culturale ed educativa. Pertanto è importante mantenere viva l'attenzione e indurre una riflessione sul tema anche mediante simboli, come dipingere una panchina quale “monumento” civile di significato immediato. 

Alcuni dati per comprendere meglio l'entità del fenomeno, dal Ministero degli Interni relativi al 2016:

  • 108 donne uccise da mariti, fidanzati, compagni o altri familiari, una ogni tre giorni
  • 53,4% dei casi al Nord, la Lombardia detiene il triste primato
  • 26,7% al Sud
  • 19,8% al Centro
  • 50,8 anni è l'età media delle vittime
  • 92,5% dei killer sono uomini

dalla Polizia di Stato:

  • i dati dicono che l’attività delle Forze dell’ordine ha permesso negli ultimi anni di far diminuire i reati di genere: gli omicidi di donne in ambito familiare sono stati 117 nel 2014, 111 nel 2015, 108 nel 2016;
  • gli atti persecutori (circa il 76% in danno delle donne) sono stati 12.446 nel 2014, 11.758 nel 2015, 11.400 nel 2016;
  • i maltrattamenti in famiglia (circa l’81% in danno delle donne) sono stati 13.261 nel 2014, 12.890 nel 2015, 12.829 nel 2016;
  • le percosse (circa il 46% in danno delle donne) sono state 15.285 nel 2014, 15.249 nel 2015, 13.146 nel 2016;
  • le violenze sessuali (oltre il 90% in danno delle donne) sono state 4.257 nel 2014, 4.000 nel 2015, 3.759 nel 2016.

Per completare il percorso formativo/informativo e per testimoniare l'esperienza vissuta dalla classe all'interno del Polo Giovani Toti verrà allestita una mostra con tutti gli elaborati grafici che studenti e studentesse hanno realizzato. L'assessore Tonel ha ringraziato le ditte Harpo S.p.a. e Fly Service Trieste S.r.l. per la partecipazione tecnica e il PAG - Polo Giovani Toti, i grafici e gli operai dell'officina di via Papiniano, del servizio trasporti e tappezzeria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Aggressione a colpi di martello a Ponziana, due persone a Cattinara

  • Giovane di 15 anni confessa l'accoltellamento: l'accusa è di tentato omicidio

  • Le salme di Matteo e Pierluigi arrivate in Questura, allestita la camera ardente

  • Come arredare un monolocale sfruttando gli spazi in maniera ottimale

  • Investimento sulle strisce in viale Miramare: grave una donna

Torna su
TriestePrima è in caricamento