Passeur croato arrestato dalla Polizia sul Carso

Sei migranti irregolari, tra cui uno in tenerissima età, sono stati riammessi in Slovenia

In sette viaggiavano a bordo di un’autovettura: oltre al 19enne conducente croato, M.G. le iniziali, sei migranti irregolari siriani, tra cui un bambino in tenerissima età. L’autovettura con targa croata è stata fermata per un controllo questa notte a Fernetti da una pattuglia della Polizia di Frontiera di Trieste. Per il giovane comunitario sono scattate le manette e ora si trova nel carcere locale con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Gli stranieri - i cinque adulti poco più che ventenni e il bambino - sono stati, invece, riammessi in Slovenia secondo i vigenti accordi bilaterali. Sequestrata, infine, l’auto croata.

Dall’inizio dell’anno fino ad oggi sono otto i passeur arrestati dalla Polizia di Frontiera di Trieste, mentre altri otto sono stati denunciati. All’operazione di questa notte ha partecipato anche il personale militare del Reggimento Piemonte Cavalleria di Trieste, che ormai da oltre due anni collabora con la Polizia di Frontiera nell’ambito dell’Operazione "Strade sicure".

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Incidente a san Giacomo: ferita donna in gravidanza, coinvolte 3 auto

Torna su
TriestePrima è in caricamento