Molo 4, botte durante la festa: «Rotta la mandibola: dovrà essere operato»

La denuncia della mamma della fidanzata della vittima: «Mia figlia è ancora sotto shock: stavano ballando quando si sono urtati e l'ha picchiato in quattro». Gli organizzatori: «Siamo intervenuti subito e abbiamo preso le generalità della persona che ha tirato il pugno»

«Stavano ballando, poi si sono urtati e lo hanno circondato e pestato in quattro». Questo il racconto shock di E.C., mamma di una giovane triestina, che ieri sera era in compagnia del ragazzo, M.B., di 24 anni: «Erano quattro giovani di colore. Lo hanno pestato senza pietà e poi sono andati via».

Del fatto inizialmente le forze dell'ordine non erano a conoscenza ed è cominciata a girare la voce sui social. Infatti, stando a quanto riportato da E.C. «i buttafuori della festa hanno chiesto a mia figlia e al ragazzo di chiamare il 118 dal parcheggio. Una volta giunti i soccorsi e trasportato all'ospedale sono state appurate le lesioni; abbiamo poi chiamato la Polizia che è giunta a Cattinara per sporgere la denuncia».

«Mia figlia è ancora sotto shock - ribadisce la madre della ragazza -. Lui è ricoverato in ospedale e domani verrà operato alla mandibola che si è rotta in tre punti a causa dei colpi subiti. Non è possibile finire in ospedale quando si esce per divertirsi. Era stato da poco assunto in Porto e ora rischia anche il lavoro».

Questo episodio si aggiunge a quelli di piazza Unità, Rive, Molo Audace e viale XX Settembre. Insomma il capodanno come spesso accade è stato scambiato per la notte a cui dare sfogo le proprie repressioni piuttosto che un momento di gioia e di divertimento. 

Non tarda ad arrivare la versione degli organizzatori che spiegano di «essere intervenuti appena successo il fatto e abbiamo individuato il colpevole del pugno che è stato accompagrato fuori perchè persona non gradita; nel frattempo questo ci ha lasciato le generalità che abbiamo immediatamente passate al contuso assistito dalla nostra security. Il ragazzo poi ha chiamato l'ambulanza che lo ha soccorso e portato all'ospedale».

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Di colore? Finiamola con sta ipocrisia. La gente ne ha le balle piene di maomettani, africani e zingani che restano impuniti.

  • Smettiamola di definire questi eventi FESTE perchè di festa non hanno assolutamente nulla; l'unica cosa palese è lo spropositato guadagno degli organizzatori, con buona pace di chi ha dato i permessi, a totale discapito dei cittadini normali e della loro totale incolumità, per colpa di criminali, che restano puntualmente impuniti, e liberi di reiterare senza nessun rischio la violenza inaudita innumerevoli altre volte, senza alcun ritegno. Basta eventi pubblici senza tutela, PRO EVENTI PRIVATI con servizio di preselezione partecipanti.

  • Avanti così le uniche feste possibili saranno quelle private. Gli spazi pubblici stanno gradualmente diventando off-limits per le persone normali, a meno di voler rischiare molestie, stuprie bottigliate in testa, tipiche espressioni di esuberanza delle nostre esotiche risorse.

  • Chi ha organizzato la festa al Molo Quarto ? Chi ha dato le autorizzazioni e I permessi a chi per questa festa ? Chi aveva l'obbligo di vigilanza e sicurezza ? È assolutamente illegale e illegittimo che i buttafuori abbiano chiesto agli ospiti aggrediti di andare a chiamare nel parcheggio, quando l'aggressione è avvenuta dentro il luogo della festa, non è quindi assolutamente accettabile che chi ha organizzato la festa si svincoli e fugga dalle sue responsabilità civili e penali rispetto a gesti di violenza inaudita come questo, in un luogo gestito da loro !!! Tra l'altro è capitato proprio l'anno scorso sempre nello stesso posto sempre a Capodanno uno stesso episodio che ha visto coinvolto un altro giovane triestino e un giocatore di basket straniero, quindi credo sia ora di dire basta, definitivamente.

  • Che cavolo stanno faxendo la polizia? Musulmani che tiranno bottiglie di vetro in piazza unità, africani che attaccano ragazze, e fanno parte di una rissa in viale. La gente xe stufa di persone che non rischiano nulla e a delinquere in giro a Trieste. Che tristezza vedere il cambiamento che sta subendo Trieste. Andando avanti così, può solo salire la destra estrema...che peccato.

    • Mi visto el punto de non ritorno dove semo rivai, la salita dell'estrema destra la vedo una roba positiva e non un peccato!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Neve dal Carso alla città: modifiche ai bus, spazzaneve e spargisale in azione (FOTO)

  • Cronaca

    Rive chiuse e traffico in tilt, Roberti difende e ringrazia la Polizia locale

  • Cronaca

    Nasce fondazione "Burlo Garofolo": donati 48mila euro da Barcolana e Despar

  • Cultura

    Il dolce tipico di Trieste? 9 pasticceri in gara: la proclamazione (e gli assaggi per il pubblico) da Eataly

I più letti della settimana

  • Grave incidente in via Rossetti: motociclista in prognosi riservata

  • Grave incidente in viale Miramare: 16enne contro un palo

  • Rifiuti e feci e urine umane: il degrado assoluto nel sottoscala delle case Ater di piazzale De Gasperi (FOTO)

  • Impalcatura pericolante sulle Rive: traffico in tilt per un’ora

  • Schianto in viale Miramare: resta gravissimo il 16enne

  • Allerta meteo per i prossimi giorni: possibili neve e temperature glaciali sul Carso

Torna su
TriestePrima è in caricamento