Nasce una petizione per il rilancio economico di Trieste e del suo porto franco

TRIEST NGO avvia per i cittadini di Trieste una petizione popolare offrendo una concreta soluzione per una rapida ripresa post-pandemia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Trieste, già colpita da anni di declino economico ed occupazionale, dopo mesi di blocco dell’economia a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19, si troverà ora a dover affrontare una crisi senza precedenti. I politici e gli amministratori della nostra città, alienati dalla realtà e concentrati assurdamente su banalità e su progetti del tutto inutili ai bisogni della comunità, dimostrano ancora una volta tutta la loro inadeguatezza nel capire le reali difficoltà attuali dei cittadini, lavoratori ed imprenditori, a percepirne le concrete esigenze, ad ascoltarne le richieste ed incapaci quindi di trovare soluzioni adatte a sostenere nei fatti la nostra popolazione, così da non far pagare ingiustamente solo a questa il prezzo e le conseguenze di un evento imprevedibile che non ha lasciato ai cittadini alcuna scelta o alternativa. Per questo motivo TRIEST NGO avvia per i cittadini di Trieste una petizione popolare finalizzata a richiedere quanto in realtà sarebbe stato da sempre loro diritto avere, offrendo una concreta soluzione per una rapida ripresa post-pandemia, assieme a una realistica possibilità di rilancio economico, occupazionale e quindi sociale, inimmaginabile ragionando solo negli ultracinquantennali asfittici termini determinati dalle scelte politiche di Roma per Trieste e di Trieste per Trieste. Ciascuno può fare la sua parte sottoscrivendo la petizione che qui pubblichiamo. Spetterà poi alla politica ascoltare le esigenze dei cittadini ed attuare quanto a loro spettante e quanto da loro richiesto. PARTENZA RACCOLTA FIRME: c/o PIZZERIA LA NAPA: Via XXX Ottobre n.11, 16.00 – 18.00 / Via Caccia n.3, 18.30 – 22.00 c/o TECNOFERRAMENTA: Via Flavia n.7, 8.30 – 12.30 e 14.30 – 18.30

Torna su
TriestePrima è in caricamento