Piazza Sant'Antonio, il PD: "Concorso pronto dal 2015"

Dopo le dichiarazioni dell'Assessore ai Lavori Pubblici Elisa Lodi, Fabiana Martini e Antonella Grim. "Per la seconda più importante piazza della nostra città riteniamo bisognava avvalersi di un concorso di idee"

Il Partito Democratico contro il progetto di piazza Sant'Antonio. Dopo le dichiarazioni dell'Assessore ai Lavori Pubblici Elisa Lodi, Fabiana Martini e Antonella Grim non ci stanno e esprimono preoccupazione. "Per la seconda più importante piazza della nostra città riteniamo bisognava avvalersi di un concorso di Idee, che fra l’altro è già stato fatto e pagato. Non un affidamento diretto che al momento ha prodotto un progetto molto discutibile".  

"Il rendering del progetto affidato direttamente"

"Non è sfuggito a nessuno infatti il rendering del progetto attribuito a un professionista scelto con affidamento diretto, e si deve subito dire che quell'elegante salotto neoclassico merita un processo di riqualificazione più dignitoso e ambizioso", ha precisato la capogruppo PD Fabiana Martini, spiegando che "abbiamo chiesto delucidazioni sul progetto, in particolare sull'indagine di mercato citata nell'atto di affidamento dell'incarico (un'indagine che avremmo auspicato più mirata ed approfondita) e dove fosse finito il risultato del concorso di idee che era stato fatto alla fine del 2015 proprio sulla riqualificazione di Piazza Sant’Antonio, cui avevano partecipato più di settanta professionisti". 

"Avevano deciso di mettere nel cassettto il concorso di idee"

Grim ha riferito che "con rammarico si è appreso dal direttore dell’area Lavori Pubblici che il sindaco e l’assessore competente avevano deciso di mettere nel cassetto il concorso di idee e di procedere con un affidamento diretto.". "L'aspetto più surreale - ha aggiunto Grim - è che il rendering sarebbe 'un file dal sen sfuggito' approdato sulla stampa. Non solo, rappresenterebbe solo uno dei tanti ragionamenti che si stanno facendo tra architetto, uffici e parte politica, per capire come definire questa importante riqualificazione". Inoltre il valore complessivo dell’opera di riqualificazione sarà di circa 3 milioni di euro, che dovrebbero derivare da possibili alienazioni,ma resta ancora da capire nei prossimi mesi se il Comune riuscirà a fare cassa a sufficienza".

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Cucina di mare a Trieste, dove e perché mangiare pesce

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Pugni e calci in via Machiavelli: due feriti a Cattinara

Torna su
TriestePrima è in caricamento