Picchiava con un bastone i bambini a cui insegnava l'arabo: denunciata dai Carabinieri

La casa della 33enne a Maniago era diventata una sorta di centro di aggregazione in cui venivano impartite lezioni sul Corano a bimbi dai 3 ai 10 anni

Foto di repertorio

Maltrattamento di minori ed esercizio arbitrario di professione: questa l'accusa per una donna bengalese di 33 anni che dava lezioni di arabo nella sua casa a Maniago. L'abitazione era diventata un centro di aggregazione per molti bambini tra i 3 e i 10 anni, che venivano colpiti con un bastone di legno se sbagliavano o si distraevano. La donna è stata denunciata dai Carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Pordenone, in seguito alle indagini condotte con l'ausilio tecnico di personale del Ros, e per ora è stata sottoposta alla misura coercitiva del divieto di espatrio e dell'obbligo della presentazione alla Polizia giudiziaria emessa dal Gip del Tribunale di Pordenone.

L'indagine, diretta dal Procuratore della Repubblica di Pordenone, Raffaele Tito, è iniziata in seguito alla denuncia di una delle famiglie coinvolte. I militari dell'Arma hanno inizialmente installato microcamere nell'abitazione, dopodiché hanno acquisito testimonianze e immagini delle percosse, infine hanno fatto irruzione nell'abitazione della donna. Il sindaco di Maniago, Andrea Carli, ha emesso un'ordinanza disponendo la cessazione immediata di ogni attività di insegnamento, poiché condotta in totale mancanza di titoli abilitanti e di autorizzazioni amministrative e igienico sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento