Ciclabile Campi Elisi, Polli e Lodi: «Ecco le soluzioni»

Gli assessori Luisa Polli ed Elisa Lodi ieri, martedì 13, sono intervenute alla seduta di IV Circoscrizione sul tema "pista ciclabile Campi Elisi"

Ieri sera l'attiva partecipazione degli assessori Luisa Polli e Elisa Lodi alla seduta della IV Circoscrizione. La consigliera di IV circoscrizione Monica Canciani (Ln): «ieri in IV Circoscrizione erano presenti gli assessori Luisa Polli (città territorio, urbanistica e ambiente) e Elisa Lodi (lavori pubblici) che, assieme ai tecnici del comune, hanno esposto ai consiglieri, al pubblico presente e a una delegazione di FIAB – Ulisse (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) alcune soluzioni pratiche riguardo la pista ciclabile, in Viale Campi Elisi. Soluzioni che permetterebbero di mettere in sicurezza la ciclabile, di garantire il ripristino di molti parcheggi tolti precedentemente e di non influire sul traffico, già di per sè molto sostenuto. Tutto questo per venire incontro non solo alle lamentele dei ciclisti, ma anche ai disagi provocati ai residenti e a commercianti della zona».

«Gli assessori hanno poi dimostrato ampia disponibilità a confrontarsi con i consiglieri della IV circoscrizione, ogni qual volta sia richiesta la loro presenza, e hanno detto che le varie soluzioni proposte saranno prese di comune accordo con la circoscrizione. Anche perchè c’è la volontà politica di portare avanti questo progetto, ha precisato l’assessore Polli nel suo intervento, sottolineando come il Centrodestra non sia mai stato contrario alla pista ciclabile, ma contro le soluzioni proposte dall’amministrazione precedente, che non si è mai fatta carico di ascoltare i cittadini. L’assessore Lodi, invece, ha ricordato che la pista ciclabile è tuttora un cantiere in continuo lavoro ed ha quindi esortato i rappresentanti della FIAB – Ulisse a sensibilizzare i soci, affinchè non percorrano la pista, finchè non sarà messa completamente in sicurezza. A tal proposito, ha concluso Lodi, verrà implementata ancora la segnaletica».

IV circoscrizione Polli Lodi Canciani ledi-2

Il presidente della IV Circoscrizione Ledi (FI): «Considero le soluzioni proposte molto buone ovvero le migliori possibili allo stato dell'arte dei lavori. Desidero svelare dunque il lavoro di squadra che è stato fatto nel dietro le quinte da parte degli amministratori di centro destra che si sono prodigati per questo risultato. Un plauso ai miei Consiglieri della quarta che si sono spesi in merito: il vice Presidente Federico Bertoli, il gruppo della lista Dipiazza con Bruno Brescelli, Ale Gaggia e Vanessa Cason, la Lega con Monica Canciani e Vincenzo Galliani nonchè il gruppo di Forza Italia con Franco Brussi e Alessandro Focardi. Un vivo ringraziamento ai consiglieri comunali Everest Bertoli per avermi dato personalmente una mano con la stampa, Michele Babuder subito pronto a interessarsi del caso, Alberto Polacco per essersi prodigato immediatamente nel contattare i residenti e commercianti di zona. E ovviamente, ultime ma non ultime, l'assessore Elisa Lodi e l'assessore Luisa Polli per il lavoro fin qui svolto ma soprattutto per aver dimostrato la sensibilità di voler stare in mezzo alla gente per risolvere i problemi della gente.

Riprende poi la consigliera Canciani: «Il primo tratto preso in esame è stato il congiungimento tra viale Campi Elisi e via Sciaparelli, dove si erano creati i maggiori problemi con residenti e commercianti, che si erano visti togliere molti parcheggi. Le soluzioni proposte sono state due; entrambe non prevedono lo spostamento del tratto di ciclabile, ma il ripristino dei parcheggi a fianco della pista, che garantirebbero anche una certa sicurezza ai ciclisti. La seconda ipotesi però, quella più gettonata, vedrebbe anche una modifica della circolazione stradale, con i sensi unici invertiti di via de Coletti e via del Lloyd, in modo da rendere il traffico più scorrevole».

«Il tratto esaminato successivamente, quello forse più complesso, riguarda l’imbocco della superstrada, di fronte alla Guardia di Finanza. Un tratto sicuramente pericoloso e che più di una volta ha indotto i ciclisti a risalire la rampa di accesso della superstrada. La soluzione, spiegata dai tecnici del Comune, vedrebbe un totale stravolgimento del tratto di ciclabile, che non passerebbe più di fronte alla rampa, ma sul lato esterno e quindi al di fuori della principale arteria di scorrimento. Il tutto verrebbe collegato con un tratto ciclo-pedonale creato ad hoc nell’area di uscita del molo VII, rendendo anche più facile l’attraversamento dei pedoni».

«Ultimo tratto, largo Irneri, e precisamente la parte finale di via Maestri del Lavoro, che dalla piscina Bianchi consente l’accesso in viale Campi Elisi. Un imbocco che crea più di qualche difficoltà, non solo ai ciclisti, ma anche alle vetture, che spesso hanno difficoltà ad immettersi sulla strada principale a causa della scarsa visibilità dovuta ai parcheggi dei motorini e al passaggio dell’autobus. La soluzione porterebbe a spostare più avanti lo “stop” e a creare un attraversamento pedonale luminoso che congiunge le due parti di ciclabile».

«Prima della chiusura della seduta, l’assessore Lodi ha detto che il Comune provvederà in tempi brevi a togliere i pericolosi paletti di via D’Alviano, che in questi giorni hanno creato diverse preoccupazioni tra i motociclisti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento