Nuova ciclabile a Muggia: 1 milione di euro per i primi 600 metri sul lungomare

Serracchiani: «Opportunità per creare una nuova offerta turistica»

foto di Giovanni Montenero

La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, ha ufficialmente inaugurato oggi, assieme al sindaco del Comune di Muggia, Laura Marzi, il primo tratto della pista ciclabile sul lungomare tra Porto San Rocco e il confine con la Slovenia, nel lembo più a Sud del territorio regionale, in provincia di Trieste.
Si tratta di 600 metri tra Punta Olmi e il Molo T, per la cui realizzazione è stato speso 1 milione di euro. A questo tratto, che scorre lungo la Strada provinciale 14, si aggiungerà negli anni un ulteriore segmento di circa 1 chilometro con contestuali interventi di supporto all'offerta turistica, in particolare la creazione di un'area parcheggio con un centinaio di posti auto.

«Questo primo lotto - ha osservato la presidente della Regione - ci offre già un'idea molto precisa del lavoro che è stato fatto.
All'Amministrazione va il ringraziamento per aver individuato, con questa iniziativa, non solo per Muggia ma per tutta la vasta area dell'Unione territoriale intercomunale Giuliana l'opportunità di creare una nuova offerta turistica basata sul prodotto bicicletta e sul concetto di turismo 'slow'».
L'intera opera, per il cui completamento è previsto un investimento di circa 5 milioni, punta infatti a collegare l'area muggesana alla rete di ciclovie dell'Istria, recentemente rafforzata dalla chiusura al traffico della strada tra Capodistria e Isola. Anche se un analogo provvedimento, hanno fatto sapere dall'Amministrazione comunale di Muggia, non è previsto per la Provinciale tra Porto San Rocco e il valico di Lazzaretto, non sono da escludere chiusure occasionali all'interno di eventi sportivi, ricreativi o turistici.

Un primo assaggio lo si ha avuto proprio oggi in occasione dell'inaugurazione ufficiale della ciclabile; la strada costiera è stata infatti interdetta alle macchine per dare spazio a diverse iniziative promosse dai circoli locali. Si sono quindi svolte camminate e biciclettate a scopo ricreativo, organizzate dal Cai e dall'associazione Cuore amico.
«Il progetto di questa pista ciclabile - ha detto il sindaco Marzi al termine della mattinata - è di aprire per Muggia un'importante prospettiva turistica di tipo lento non solo nel periodo estivo ma durante tutto l'anno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ciclabile2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

  • Tutti i nuovi contagi sono fuori Trieste, nessun decesso in Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento