Lotta discriminazioni Hiv, PIUOMENOPOSITIVI#6: campagna di sensibilizzazione

Campagna di sensibilizzazione, informazione, prevenzione e lotta alla discriminazione su HIV e malattie sessualmente trasmissibili, in occasione della Giornata Mondiale di Lotta all'Aids

Si è svolta presso la sala del Consiglio Comunale, la presentazione di PIUOMENOPOSITIVI#6, campagna di sensibilizzazione, informazione, prevenzione e lotta alla discriminazione in tema di HIV e malattie sessualmente trasmissibili, in occasione della Giornata Mondiale di Lotta all’Aids (1° dicembre). Il Dipartimento delle Dipendenze dell’Asuits organizza in questi giorni una serie di incontri d’interesse culturale e sociale con la collaborazione del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il supporto dell’Azienda Trieste Trasporti e Alleanza3.

Partner della manifestazione sono le cooperative sociali Reset, La Collina, Duemilauno Agenzia Sociale, La Quercia, CLU e le associazioni Alt e Anlaids, in collaborazione con Gruppo78, Arcigay, SISM, HeadMadeLab, Officina Samos, Ragazzi della PanKina e Radio Fragola. All’incontro di presentazione sono intervenuti Giorgio Rossi, Assessore alla cultura, sport, giovani e servizi finanziari, Comune di Trieste Carlo Grilli, Assessore servizi e politiche sociali, Comune di Trieste Nicola Delli Quadri, Direttore Generale, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Roberta Balestra, Direttore del Dipartimento delle Dipendenze, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Roberto Luzzati, Direttore del Dipartimento di Medicine Specialistiche e della SC Malattie Infettive, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Claudia Colli, Dermatologa, Centro Malattie a Trasmissione sessuale, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste Assessore Carlo Grilli:

«Abbiamo aderito volentieri all'iniziativa perché siamo convinti che solo la collaborazione fattiva fra le realtà del territorio a vario titolo coinvolte nel sistema del Welfare serva a realizzare progetti creativi che stimolano l'interazione e la partecipazione, e che contribuiscono al benessere dei cittadini in generale, e di quelli più fragili in particolare. Credo che non si debba sottovalutare l'importanza dello strumento che PIUOMENOPOSITIVI#6 ha scelto di usare per trasmettere l'informazione sul tema dell'Aids: il cinema, le arti visive, i webmedia, il teatro, la musica e le altre forme artistiche sono veicoli di comunicazione molto potenti e accattivanti per diffondere la conoscenza, che è una delle armi più efficaci contro la malattia e le sue ricadute a livello relazionale e sociale. La finalità è quella di continuare a tenere desta l'attenzione su certi comportamenti a rischio che forse oggi vengono sottovalutati, e di promuovere azioni per combattere la discriminazione nei confronti delle persone HIV positive o malate di AIDS. Grazie a tutti coloro che si sono adoperati per realizzare questa manifestazione, che trova il pieno appoggio del Comune di Trieste».

Assessore Giorgio Rossi: «Il sostegno alla 6.a edizione della manifestazione PIUOMENOPOSITIVI#6 in collaborazione con ASUITs per noi è d'obbligo, dato che nella nuova delega sui Giovani un accento particolare sarà messo alle attività di promozione della salute e di sostegno alla prevenzione dei comportamenti a rischio. Abbiamo pertanto concesso con grande convinzione un ulteriore spazio espositivo, credendo particolarmente alla necessità in tempi di crisi di stimolare la creatività dei ragazzi e l'approccio ai linguaggi artistici. Il problema dell'AIDS purtroppo ancora esiste e vanno dunque informate le nuove generazioni, senza dare per scontate alcune conoscenze e parlando loro con metodi e stili adeguati».

Nicola Delli Quadri: «Secondo le stime più recenti in Italia il 15% dei sieropositivi non sa di esserlo e il 50% delle diagnosi è tardivo. Per questo l’Azienda Sanitaria si impegna a sostenere le attività di informazione e sensibilizzazione sulle malattie sessualmente trasmissibili. Si occupa delle attività di prevenzione e promozione della salute e di cura attraverso il servizio MST (malattie sessualmente trasmissibili) collocato all’interno dell’Ospedale Maggiore. L’accesso al Servizio è libero, gratuito, anonimo e senza impegnativa».

CASI SEGNALATI. Nel 2015 sono state segnalate 3444 nuove diagnosi di HIV in Italia, pari al 10% in meno rispetto al 2014. Il nostro Paese si colloca quindi al 13° posto per incidenza tra le nazioni dell’Unione europea. In Friuli Venezia Giulia il Registro delle nuove diagnosi di infezione da HIV tra il 2008 e il 2015 riporta 491 nuove segnalazioni, di cui 359 tra i residenti; il tasso di incidenza nel 2015 è stato di 3/100.000 (dato provvisorio per ritardi di notifica). L’incidenza regionale si mantiene inferiore a quella nazionale: nell’anno 2014 tra i residenti l’incidenza regionale è stata di 5/100.000 mentre quella nazionale è stata di 6/100.000.

Tra i nuovi sieropositivi italiani residenti in FVG si evidenzia una prevalenza del sesso maschile (88%), mentre tra gli stranieri residenti non ci sono differenze di genere. L’età media è di 39 anninei maschi e di 36 nelle femmine. Nel 2014, la fascia di età con il tasso di incidenza più elevato risultava essere quella compresa tra i 24 e i 34 anni (19,8%) a seguire quella tra i 35 – 44 anni (17,1%). Il tasso di incidenza della popolazione giovanissima (15 - 24 anni), era pari al 6,3%.

La modalità di trasmissione dichiarata per le nuove diagnosi è in netta prevalenza di tipo sessuale (86%) e più precisamente è eterosessuale nel 48%, omo-bisessuale nel 38%. Le difese immunitarie risultavano seriamente compromesse in 1/3 dei casi già al momento della diagnosi, dato che dimostra che il test per l’HIV non viene eseguito in tempo utile e diffusamente. Il problema delle diagnosi tardive di malattia ha delle gravi conseguenze anche di salute pubblica, in quanto la persona sieropositiva che non conosce il proprio stato e mantiene rapporti sessuali non protetti può trasmettere il virus inconsapevolmente.

In Friuli Venezia Giulia, così come a livello nazionale, le modalità di trasmissione dell’infezione da HIV si sono modificate negli anni. Dal 1985 (anno in cui è stato istituito in regione un sistema di sorveglianza) si rileva una continua riduzione delle diagnosi attribuibili allo scambio di siringhe non sterili in consumatori di droghe per via endovenosa (IDU - injecting drug user). Questa modalità, che nel periodo 1985-1999 rappresentava il 30% del totale delle diagnosi, scende allo 0,7% nel periodo 2000-2015.

I dati epidemiologici suggeriscono pertanto che le modalità di prevenzione e di comunicazione devono essere mirate alla popolazione generale sessualmente attiva e non a target specifici, quali i tossicodipendenti e gli omosessuali. Si deve infatti centrare il messaggio sui “comportamenti a rischio” e non sulle “categorie a rischio”, come invece ancora si fa. Anche per questa ragione la manifestazione piùomenopositivi#6 ha scelto come aspetto da approfondire quest’anno quello della comunicazione.

STRUTTURE ASUITS: Il Centro Malattie a Trasmissione sessuale (CMST) di Trieste è un presidio sanitario rivolto alla popolazione sessualmente attiva e si occupa di malattie a trasmissione sessuale dal punto di vista epidemiologico, clinico-diagnostico, terapeutico e preventivo, svolgendo attività di formazione e informazione. Il Centro previene e cura in collaborazione con altri specialisti le patologie infettive che hanno nel rapporto sessuale la principale via di contagio. La visita medica e l'esecuzione degli esami (test per sifilide, test per epatite e test HIV) sono gratuiti. Il Centro svolge inoltre attività di counseling sanitario al paziente, ai partners e/o ai familiari, sulle tematiche della prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale. Si consiglia di telefonare per fissare appuntamento per prelievi e per visite (agenda interna). Il servizio garantisce l'anonimato nei percorsi laboratoristici. Non si comunicano le risposte degli esami al telefono.

Telefono: 040 3992882 fax: 040 3992639 email: mst@asuits.sanita.fvg.it Indirizzo: via Gatteri 25/1 34125 Trieste (TS) Palazzina "Infettivi" 1° piano - Polo Tecnologico (lato posteriore del complesso ospedaliero) Orario di apertura al pubblico: lun 8:00 - 17:00; mart - ven 8:00 -13:30

Visite mediche: per appuntamento telefonare allo 040 3992882 in orario di apertura

Test: lun-giov 8:00 - 13:00; ven e prefestivi 8:00 - 10:00

PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE

GIOVEDI’ 1° DICEMBRE

ore 12.00: INAUGURAZIONE della mostra piùomenopositivi#6 alla presenza delle autorità e

presentazione del catalogo piùomenopositivi#5

a seguire rinfresco offerto dalla cooperativa CLU

ore 17.00: Incroci di parole: Pino Roveredo intervista il direttore de Il Piccolo Enzo D’Antona e

il Direttore Generale di ASUITS Nicola Delli Quadri, in collaborazione con la redazione del giornale

di strada VolereVolare

PRESIDIO SANITARIO test HIV anonimo e gratuito dalle 16.30 alle 18.30

VENERDI’ 2 DICEMBRE

ore 17.00: Fumetti positivi: Nino Giordano editore della casa editrice Renbooks e autore del

romanzo urban fantasy “I Guardiani della Luce” dialoga con Raimondo Pasin, disegnatore e

insegnante presso la scuola di disegno “Grafite” e insegnante di cinema e multimedialità presso

l’ISIS Nautico “Tommaso di Savoia – Luigi Galvani”. Partecipano studenti del SISM e del progetto

Afrodite (proiezione video prodotto dai ragazzi)

PRESIDIO SANITARIO test HIV anonimo e gratuito dalle 16.30 alle 18.30 1/2/3/4 DICEMBRE 2016

TRIESTE> SALA VERUDA/SALA FITTKE

piazza Piccola 2-3 / dietro piazza Unità

orari: 10>12.30 / 17>19.30

SABATO 3 DICEMBRE

ore 17.00: Associazioni e Comunicazione: con Antonella Nicosia di Arcigay Arcobaleno

Trieste e Gorizia Onlus e Mitja Blažiž di Associazione LEGEBITRA di Lubiana. Modera la

giornalista Loretta Marsilli.

ore 18.30: Mal d’amore: “poetry slam“ (testi rap recitati) a cura del collettivo Stolen Word

PRESIDIO SANITARIO test HIV anonimo e gratuito dalle 16.30 alle 18.30

DOMENICA 4 DICEMBRE

dalle ore 10 alle 16: 5° torneo “Più o meno positivi”: Torneo di calcio a 7

Partecipano le squadre:

Real Androna, Atletico Balon, Polisportiva Timavo,

I.C.S., La Collina, Samarcanda.

Campo “Fani Olimpia” di via G.Pascoli 31/A.

ore 17.00: Visita guidata della mostra con Massimo Premuda presidente della Casa dell’Arte

ore 18.30: Finissage chiusura manifestazione

PRESIDIO SANITARIO test HIV anonimo e gratuito dalle 10.00 alle 12.30

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento