"Pochi poliziotti per fronteggiare migrazioni", l'appello dalla Slovenia

Emergenza segnalata dai sindacati della Polizia Slovena, che avanza critiche dure al governo. Dal premier e dal ministero dell'interno arriva la replica: "Colpa delle politiche di risparmio del precedente Governo"

I sindacati di Polizia Sloveni segnalano uno stato di crisi: come riporta un servizio di TV Capodistria viene lamentato un sovraccarico di lavoro dei poliziotti, e si sottolineano fortemente le responsabilità del Governo nella difficile situazione al confine con la Croazia in merito agli attraversamenti illegali dei migranti. Secondo i sindacati "questo governo e il Ministero dell'Interno non hanno fatto assolutamente nulla dall'inizio del loro mandato. Manca il 30 percento di poliziotti e la Polizia non sa più da dove attingere il personale".

Rintraccio migranti, il SIULP: "Destinato a salire in modo esponenziale in estate"

La replica dal Governo

Arriva prontamente la replica del ministro dell'interno Boštjan Poklukar e dal premier Marian Sarec. Dal dicastero di Poklukar si dichiara che l'assunzione di nuovo personale in Polizia è una questione prioritaria e che l'attuale carenza di risorse umane è dovuta alle politiche di risparmio del precedente Governo. Per quel che riguarda il confine con la Croazia, secondo il Ministero dell'Interno, la situazione è sotto controllo.

Sulla questione il premier ha ribadito il suo rispetto per le forze di Polizia Slovene, aggiungendo che l'obiettivo del governo è far sì che la Slovenia rimanga un paese sicuro. Secondo i sindacati le annunciate pattuglie congiunte sloveno-italiane non faranno che aggravare la carenza di personale. Proprio oggi, a Roma, la direttrice generale della Polizia Slovena Tatjana Bobnar ha concordato con l'omologo italiano Franco Gabrielli la formazione di pattuglie miste al confine. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento