Il Poligono di tiro Opicina passa al Comune di Trieste dopo un iter durato quarant'anni

Poligono di tiro Opicina, siglato in prefettura l'atto del suo passaggio al comune di Trieste. Ora potrà essere valorizzato come sito commemorativo

Il Poligono di tiro di Villa Opicina è da lunedì 7 marzo  del Comune di Trieste. Il relativo atto di concessione in detenzione al Comune di Trieste è stato sottoscritto in prefettura, presente anche il commissario di Governo Annapaola Porzio, dal colonnello Leonardo Cosimo Dimaggio, comandante del 12° Reparto Infrastrutture di Udine, dall'ing. Pierluigi Di Blasio dell'Agenzia del Demanio -direzione regionale FVG e dal dott. Walter Cossutta, direttore del Servizio Demanio e Patrimonio del Comune.

Dopo quasi quarant'anni, un complesso e articolato iter amministrativo, l'odierno verbale di concessione prevede la cessione al Comune di Trieste di una superficie totale di oltre 1.600 metri quadri del Poligono di Opicina, che viene «consegnato in via transitoria nello stato di diritto e di fatto in cui si trova ed in totale assenza di adeguamento delle norme di sicurezza, nonché libero da persone e cose, autorizzando fin d'ora il Comune di Trieste all'esecuzione delle opere necessarie per la realizzazione del sito commemorativo». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Decreto Clima, arriva il bonus rottamazione 2020

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento