Furti in Austria: ricercato europeo arrestato a Fernetti

Ricercato in tutta Europa per numerosi furti perpetrati in territorio austriaco, V.J. bosniaco di 48 anni è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato presso il valico di Fernetti. Dopo essere stato fermato per controlli di rito, l'uomo aveva fornito documenti falsi. Smascherato è stato arrestato e condotto al Coroneo

Era ricercato dalle autorità austriache il cittadino bosniaco, V.J. di 48 anni, arrestato a Fernetti dagli agenti della Polizia di Frontiera di Trieste. L’uomo, ora nel carcere di via del Coroneo, è stato identificato durante le consuete attività di controllo di polizia, alla guida di un’autovettura serba diretta in Slovenia.

Alla richiesta dei documenti, V.J. ha esibito un passaporto e una patente di guida risultati falsi, per cui sono stati eseguiti ulteriori accertamenti sull’identità dell’uomo. Da qui la scoperta che l’automobilista bosniaco era già noto alla polizia italiana con diverse generalità. È emerso quindi che V.J., già espulso dall’Italia con divieto di reingresso, era rientrato senza autorizzazione, commettendo un reato per cui è previsto l’arresto.

Dallo scorso marzo era anche destinatario di un mandato d’arresto europeo emesso dall’Austria perché ritenuto responsabile di numerosi furti in abitazione in varie località austriache. A carico del cittadino bosniaco anche due denunce: una per uso di atto falso, l’altra per guida senza patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Schianto fatale in moto a Monfalcone: morto un 38enne triestino

  • Far west in strada per Opicina, fugge all'alcoltest e aggredisce un carabiniere: arrestato

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento