Minorenne beccato su un motorino rubato per la seconda volta in 13 giorni, il giudice lo manda in comunità

L'episodio è stato reso noto dalla Polizia Locale che, a seguito di una segnalazione ha avviato un'indagine per risalire al presunto autore di un furto a pochi passi da piazza Unità. Dalle telecamere è emerso lo stesso giovane che l'1 agosto era stato sorpreso a bordo di una moto rubata ad un turista austriaco

"Era stato sorpreso dalla Polizia Locale sulla corsia bus di via Carducci, senza patente a bordo di una Kawasaki austriaca rubata e lasciata la caserma con una denuncia per ricettazione, dopo qualche ora viene filmato dalle telecamere cittadine alla guida di un altro motociclo rubato". La vicenda che non ha niente a che vedere con pellicole cinematografiche di indiscussa popolarità o la creativa fantasia dei più, è stata resa nota dalla stessa Polizia Locale di Trieste che ha riscontrato un'evidente ripetizione nei fatti di 13 giorni fa. 

La vicenda

L'1 agosto, dopo esser stato denunciato per il caso Kawasaki, il minorenne si è reso protagonista di un altro fatto increscioso. Una pattuglia del Corpo infatti rinveniva un motociclo Peugeot vicino a piazza Unità, mezzo che risultava essere stato rubato lo scorso maggio. "La proprietaria, subito avvisata dalla pattuglia, si accorgeva che il mezzo era senza benzina e decideva di non spostarlo subito" così la nota della PL.

Solo 13 giorni fa protagonista di un'altra grave vicenda

L'indagine

Amara però la sorpresa il giorno dopo, quando la proprietaria decide di spostarlo. Il motorino infatti "era nuovamente sparito". Il Nucleo di polizia giudiziaria della Polizia Locale - recepita a quel punto la seconda denuncia di furto per lo stesso veicolo - ha immediatamente avviato un'indagine per risalire agli autori del gesto.  Grazie ad un'attenta analisi delle immagini delle telecamere presenti in zona, gli agenti riconoscono lo stesso giovane protagonista della vicenda del 1 agosto. 

Controlli stradali della Polizia Locale, in una giornata oltre 3700 euro di multe

Gli investigatori quindi si sono messi sulle sue tracce e lo hanno intercettato nel rione di San Giacomo, vicino allo scooter rubato e con addosso le chiavi. "Le sorprese non finivano qui perché - come scrive la PL - dal sommario controllo del vano sotto la sella, rivenivano la carta di circolazione e il mazzo di chiavi di un terzo motociclo il cui furto era avvenuto proprio la notte dell'1 agosto, rinvenuto successivamente a Chiarbola".

Il fatto sul tavolo del giudice: comunità di accoglienza per minori

Il minorenne, dopo l'ennesimo fermo da parte degli investigatori, veniva perciò nuovamente accompagnato negli uffici di via Revoltella e, alla presenza dei genitori, denunciato per ricettazione dei due motoveicoli (già restituiti ai legittimi proprietari). La vicenda ha visto quindi anche il rapido intervento della magistratura la quale, a seguito di ordinanza del Giudice per le indagini preliminari, ha disposto la permanenza del minorenne in una comunità d'accoglienza. 

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Brucia il Carso, vasto incendio in Slovenia

Torna su
TriestePrima è in caricamento