Bivacchi abusivi, incidenti e sosta "selvaggia", il report delle sanzioni "Estate 2018"

Presentati i risultati del controllo del territorio da parte della Polizia Locale sul lungomare di Barcola durante il periodo giugno-settembre. Il Comandante Walter Milocchi: "Siamo anche riusciti a far desistere un “abitudinario” che occupava la casetta dei giochi per i bambini” in pineta

Il Comandante Walter Milocchi e il vicesindaco Paolo Polidori

Barcola durante il periodo estivo si riempie di bagnanti e turisti che affollano il lungomare così caro ai triestini. L'estate infatti è il periodo in cui il rione che si affaccia sul mare diventa luogo di aggregazione, dove i residenti passano il tempo, tra un tuffo e una passeggiata, tra una pizza al tramonto e un aperitivo in uno dei molti esercizi pubblici che popolano la zona. Quando un'area viene "presa d'assalto" dalle persone, succede che in mezzo al normale esercizio della spensieratezza, trovino posto anche comportamenti e atteggiamenti che non sempre sono in linea con il rispetto della legge. È questo ciò che è emerso questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione del report sull'attività di monitoraggio e controllo del territorio, da parte della Polizia Locale durante i mesi estivi. All'incontro erano presenti il vicesindaco Paolo Polidori e il Comandante dei Vigili Urbani Walter Milocchi. 

Le parole di Polidori

“Il tasto dolente - ha affermato il vicesindaco - è il divieto di sosta: nel 2017 erano state 443 le violazioni per posti riservati a residenti. Grande risultato invece per i divieti di sosta in Costiera visto che dopo la lettera del procuratore l’amministrazione comunale ha risolto il problema in pochi mesi. Prima - ha concluso Polidori - si verificavano anche gravi violazioni come il parcheggio sotto la galleria naturale, fenomeno che adesso non si verifica più". Il controllo del territorio andrà avanti anche nel futuro prossimo, come ha dichiarato Polidori ieri, considerando il fatto che l'estate sta finendo e la "movida" tende a rimanere in centro. 

Le sanzioni sul lungomare

Durante il periodo compreso tra il 10 giugno e il 21 settembre la Polizia Locale ha monitorato il lungomare di Barcola riscontrando numerose irregolarità. Rimanendo in servizio sette giorni su sette, sono stati notificate 17 sanzioni per bivacco notturno, nove sanzioni per commercio ambulante non autorizzato (dato che nel 2017 non era stato registrato, vista l'assenza di sanzioni), quattro per campeggio abusivo, tre sanzioni per occupazione del suolo pubblico senza autorizzazione, due Daspo urbano, due per commercio ambulante in zona interdetta; due singole sanzioni invece sono state notificate per cane senza giunzaglio e l'occupazione abusiva  dell'area demaniale. Per quanto riguarda i bivacchi il Comandante Milocchi ha affermato che “si tratta per lo più di cittadini comunitari dell’est Europa e alcuni triestini che “festeggiavano” fino a tardi. Siamo anche riusciti a far desistere un “abitudinario” che occupava la casetta dei giochi per i bambini”. “Il daspo urbano - ha continuato Milocchi - si è rivelato efficace in due casi, uno dei quali riguardante una straniera nei pressi di Cattinara, che è stata sorpresa per due volte in 48 ore. Dopo il provvedimento non si è più vista in zona e nemmeno in città.”

Il controllo stradale

Ben diversa la situazione sulle strade. Qui le sanzioni riguardano per lo più l'assenza di assicurazione (16 i conducenti multati) e i termini scaduati della revisione (106 le sanzioni notificate); cinque le irregolarità riscontrate dalla Polizia Locale per quanto concerne l'utilizzo del cellulare alla guida, mancata precedenza, guida in contromano, guida con patente scaduta e omessa precedenza ai pedoni. Rispettivamente poi sono state quattro le sanzioni per limiti di velocità e tre per guida senza le cinture di sicurezza. 

Occupazione degli stalli dedicati ai residenti

I triestini e i turisti si sa, ogni tanto non sono in grado di distinguere il diritto dei residenti al posteggio, soprattutto in un'area che dispone di ben pochi parcheggi. Il dato è relativo alle sanzioni che la Polizia Locale ha notificato per ben 420 volte, mentre 421 sono le multe comminate alle macchine che tradizionalmente trovavano utile parcheggiare lungo la Costiera, scatenando un dibattito che ancora oggi è decisamente acceso, considerate anche la raccolta firme capitanata dallo scrittore Veit Heinichen e le reazioni della Polizia Locale del comune di Duino Aurisina/Devin Nabrezina. La sosta vietata generica sembra poi essere il comportamento di cui gli automobilisti non riescono a farne a meno e che i Vigili Urbani sanzionano maggiormente: sono 774 le multe notificate in tutto il periodo di monitoraggio e controllo del lungomare. 

Rubava acqua di mare, multa da oltre 1500 euro

Incidenti, macchine coinvolte e feriti 

Per concludere, gli incidenti tra autovetture sono stati in totale 27. In 13 di questi c'è stato anche l'intervento dei sanitari del 118 in quanto nel sinistro sono rimaste ferite alcune persone. Nei restanti 14, sono emersi "solamente" danni materiali. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Via Ghega auto in terza fila giorno e notte e nessuno se ne frega.

    • Idem zona oiazza venezia, hortis dacanti alla biblioteca,, via sa giorgio, piazza cornelia, via santi martiri. Fila di macchie in divieto totale. Mai una multa

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Droga in via Settefontane: arrestato spacciatore 23enne

  • Cronaca

    A giugno ministri da mezza Europa a Trieste

  • Cronaca

    Scabbia all'Itis, la direzione: "Portata da altre strutture"

  • Cronaca

    Delibera urbanistica sul Porto Vecchio, una questione complessa

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Schianto auto-scooter davanti a piazza Unità: 19enne all’ospedale (FOTO)

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Lieve scossa di terremoto sul Carso

  • Camper incendiato nel nuovo parcheggio sopra "Il Giulia" (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento