Poliziotti uccisi, Polidori: "Le leggi non tutelano le forze dell'ordine"

Le parole di dolore e rabbia dei rappresentanti istituzionali

Le immagini

Dolore, sconforto, solidarietà e rabbia. Sono questi i sentimenti che traspaiono dalle dichiarazioni dei rappresentanti istituzionali dopo l'assassinio di due giovani poliziotti oggi in Questura. Le dichiarazioni.

Roberto Dipiazza (Sindaco)

"In diciotto anni è la prima volta che decreto un lutto cittadino. Sono dispiaciuto per famiglie e i due ragazzi. Forse da oggi è il caso di stare più attenti, perchè si è trattato di un furto di un motorino non di un atto terroristico. Sono cose che fanno male".

A7305083-2

Paolo Polidori (Vice sindaco)

"Le cose in questo paese non vanno come dovrebbero andare, ma in questo momento c'è solo dolore e vicinanza alle famiglie di due ragazzi che svolgevano loro dovere. Dicono che Trieste sia una città tranquilla ma se non hai controllo sugli stranieri che arrivano, può succedere ovunque. Questo è un fatto drammatico e certamente non usuale, come non lo non è stata la dinamica del furto, dove la donna è stata spintonata prima che le venisse portato via lo scooter. Come appurerete dalle dichiarazioni ufficiali della Questura che verranno rilasciate nei prossimi giorni, le leggi in questo Stato non garantiscono i tutori dell'ordine e quindi neanche i cittadini".

Piero Mauro Zanin (Presidente Consiglio regionale)

"Provo sgomento e costernazione per il drammatico epilogo della sparatoria avvenuta questo pomeriggio alla Questura di Trieste ed esprimo la vicinanza e la solidarietà della comunità del Friuli Venezia Giulia e del Consiglio regionale alle famiglie dei due agenti, alla Polizia di Stato e a
tutta la città ferita da questo tragico fatto" - ha detto il presidente del Consiglio Piero Mauro Zanin alla notizia della morte dei due poliziotti -. Il cordoglio più profondo si unisce alla immensa gratitudine per il lavoro che le Forze dell'ordine svolgono anche fino all'estremo sacrificio, a difesa  della
nostra sicurezza".

Sergio Bolzonello (Pd)

"Ci uniamo al lutto cittadino proclamato dal sindaco di Trieste e ci stringiamo alle famiglie dei due agenti uccisi nella sparatoria davanti alla questura di Trieste. Un'episodio ti tale violenza non può che lasciare sgomenti e colpisce al cuore di tutto il Paese. La nostra solidarietà va alla Polizia di Stato che paga un tributo di sangue per difendere tutti i cittadini".

Sandra Savino (Forza Italia)

"Una tragedia che sconvolge e lascia attonita Trieste, il Friuli Venezia Giulia e l'intero Paese. A nome di Forza Italia FVG esprimo cordoglio e sentimento di vicinanza alle famiglie dei due poliziotti uccisi e alle agenti e agli agenti della Polizia di Stato che, assieme alle altre forze dell'ordine, con abnegazione e spirito di sacrificio ogni giorno in tutta Italia prestano servizio per garantire la nostra sicurezza”.

Vannia Gava (Lega)

"Per rispetto dei due poliziotti uccisi nella sparatoria avvenuta davanti alla Questura di Trieste, gli interventi dei governatori alla festa regionale della Lega in Fvg prevista a Porcia (Pn) sono annullati. La Lega del Friuli-Venezia Giulia si stringe al dolore delle famiglie di due servitori dello Stato. Chi colpisce le forze dell'ordine colpisce le istituzioni e tutti noi. Confidiamo nelle indagini degli inquirenti e auspichiamo pene esemplari per i responsabili di questa tragedia".

Serracchiani (Pd)

"Cordoglio profondo per gli agenti della Polizia di Stato uccisi nell'adempimento del dovere, vicinanza alle famiglie cui sono stati brutalmente strappati i loro cari. È un episodio di una violenza inaudita che ci lascia sgomenti per le modalità selvagge con cui è stato perpetrato il delitto. In questa circostanza tragica tutta la solidarietà va alle forze dell'ordine, che hanno reagito con grande professionalità".

Patto per l'Autonomia

I consiglieri regionali del Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, colpiti dal gravissimo episodio avvenuto a Trieste nel pomeriggio della giornata di oggi, venerdì 4 ottobre, esprimono il proprio cordoglio e la loro vicinanza alle famiglie degli agenti di Polizia uccisi e partecipano al lutto cittadino proclamato dal sindaco della città di Trieste.

Tatjana Rojc

"Un grande dolore, non si può quasi credere che nel centro di Trieste sia avvenuto questo terribile duplice omicidio. Dobbiamo stringerci accanto alle nostre forze dell'ordine e alle famiglie che ogni giorno le sostengono, mostrare loro un affetto che non è mai abbastanza. Dobbiamo ricordarci sempre che la sicurezza è il frutto del lavoro generoso delle forze dell'ordine e talvolta anche dell'estremo sacrificio".

Furio Honsell (Open Fvg)

"Con profonda emozione e dolore esprimo la più forte  vicinanza alle  famiglie e alla Polizia di Stato per la tremenda tragedia avvenuta  oggi in Questura a Trieste. I poliziotti uccisi e feriti barbaramente  nell'esercizio del dovere sono autentici eroi. A loro va tutta la  nostra affranta riconoscenza".

Movimento 5 Stelle

"In questo momento – affermano i deputati Sabrina De Carlo e Luca Sut e i consiglieri Ilaria Dal Zovo, Andrea Ussai, Mauro Capozzella e Cristian Sergo – le uniche parole che si possono pronunciare sono di solidarietà alle famiglie delle vittime e alla Polizia di Stato".

Gruppo consiliare Lega

"Con grande sgomento apprendiamo dell'evento tragico che è avvenuto nella nostra regione - si legge in una nota del Gruppo - in queste circostanze non possiamo che esprimere la piena vicinanza del Gruppo Consiliare della Lega alle famiglie dei due poliziotti che hanno perso la vita nello svolgimento del proprio lavoro".

A7305045-2

Pezzetta, Monticco, Menis (Cgil, Cisl, Uil)

"Esprimiamo, a nome dei sindacati che rappresentiamo e di tutto il mondo del lavoro regionale la nostra vicinanza alle famiglie degli agenti uccisi a Trieste e ai lavoratori della polizia, che un’altra volta pagano il prezzo più alto alla dedizione con cui continuano a svolgere, nonostante la forte carenza di personale e di mezzi, il loro fondamentale ruolo a tutela della sicurezza dei cittadini e del territorio. Al cordoglio si unisce la preoccupazione per una violenza che colpisce in modo inaspettato una regione non avvezza a tragedie di questa portata, che non possono non creare allarme e insicurezza tra i cittadini. È in momenti come questi, però, che una comunità deve saper ritrovare compattezza e unirsi nei valori della civile convivenza e della legalità".

Giovanni Da Pozzo (Confcommercio Fvg)

"A nome di tutta la Confcommercio del Friuli Venezia, e certi di rappresentare imprese e collaboratori del commercio, del turismo e dei servizi, mi stringo alle famiglie, ai colleghi di lavoro e alla comunità triestina, sconvolti per la morte dei due agenti caduti durante l’espletamento del servizio. Una tragedia che ci addolora profondamente anche per l’enorme rispetto che portiamo da sempre a una categoria il cui impegno è fondamentale a garanzia della sicurezza dei cittadini e degli operatori economici. Un impegno da servitori dello Stato, svolto in condizioni mai agevoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di iscritti alle alle università online, ecco quelle riconosciute dal Miur

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Blitz della Finanza sui subappalti in Fincantieri: un arresto, 19 aziende coinvolte e 34 indagati

Torna su
TriestePrima è in caricamento