Porta a porta a Muggia, Marzi: «Operiamo una costante azione di controllo»

«Non possiamo accettare che queste siano le tempistiche di raccolta del nostro centro storico»

«Sto seguendo in modo costante e quotidiano la situazione, senza limiti orari nelle mie giornate, rispondendo a chiunque mi chiami, mi scriva o mi contatti anche sui canali social, proprio perché voglio continuare ad avere il polso preciso di quanto accade»  ha rimarcato  Laura Marzi a proposito della raccolta porta a porta a Muggia

«Con fermezza e costanza monitoriamo, ora dopo ora, riunione dopo riunione, sopralluogo dopo sopralluogo, l’operato di NET e Sager. Siamo quotidianamente in contatto con loro, confrontandoci per far fronte a tutte le situazioni e le segnalazioni dei cittadini, sia per cercare di trovare, il più rapidamente possibile, soluzioni di casistiche specifiche sia in un’ottica di continuo miglioramento del nuovo servizio».

Dopo aver presenziato a tutti gli incontri pubblici ed essere stata presente per un mese allo sportello itinerante che quotidianamente dava informazioni e raccoglieva segnalazioni dai cittadini nelle varie zone del territorio, aver incontrato tutti i concittadini che ad oggi hanno richiesto un appuntamento, il Sindaco conferma, come già noto, che la stessa attenzione è stata rivolta anche nei confronti di chi gestisce il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti muggesano.

«Sia ben chiaro che, per quanto il Comune e la NET collaborino giorno dopo giorno condividendo finalità e obiettivi, la nostra posizione nei confronti di chi gestisce il servizio è attenta e scrupolosa, e le nostre richieste sono perentorie nel far rispettare tutti gli accordi presi -  ha puntualizzato Marzi - In tal senso, con gli uffici dell’Ente seguiamo costantemente il procedere di questo nuovo percorso di gestione dei rifiuti, attenti a controllare e verificare proprio perché siano rispettati tutti gli oneri contrattuali».

«Proprio per questo, a oltre un mese dall’inizio di questo sistema di raccolta PAP, non solo non è tollerabile, ma non è proprio tollerato che si reiterino situazioni come quelle di cui più volte è stato reso protagonista il nostro centro storico, l’ultima delle quali mercoledì scorso. Questo è ciò che ho comunicato ai diretti interessati, come parimenti non ho celato il mio aspro disappunto ai concittadini che mi hanno giustamente interpellato rispetto a questa insostenibile situazione» ha stigmatizzato il Sindaco.

«Pur consci dei risultati raggiunti e delle criticità risolte, dell’impegno che tutt’ora si sta spendendo per cercare di migliorare sempre più e di risolvere tutte le casistiche, non possiamo accettare che queste siano le tempistiche di raccolta del nostro centro storico! Ci siamo adoperati anche in questo caso per cercare una soluzione concreta e confidiamo che il miglioramento si veda già a partire da oggi»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento