Porto Vecchio: al via i lavori per il Centro Congressi (FOTO)

L'investimento è di quasi 11 milioni di euro ed è sostenuto per il 45% dal Comune di Trieste e per il restante 55% da TCC Srl. Si stima un indotto di circa 30 milioni l'anno e La superficie totale del Centro sarà di 9.000 metri quadri

Posata la prima pietra del Trieste Convention Center, il Centro Congressi Polifunzionale di Trieste che sarà il più grande di tutto in Nord Est e sarà realizzato da Trieste Convention Center Srl per ospitare eventi nazionali e internazionali in occasione di ESOF 2020. La solenne cerimonia ha avuto luogo oggi nell'area antistante la Centrale Idrodinamica del Porto Vecchio di Trieste.  L'investimento per la realizzazione del Centro congressi è di quasi 11 milioni di euro (Iva esclusa) ed è sostenuto per il 45% dal Comune di Trieste e per il restante 55% da TCC Srl.

L'intento è quello di creare un duraturo impatto economico e occupazionale  sul territorio attraverso lo sviluppo della “Meeting Industry”: il turismo legato a cultura e ricerca, molto più redditizio di quello vacanziero. Presenti all'inaugurazione il Sindaco Roberto Dipiazza, il Presidente di Trieste Convention Center Srl, Diego Bravar, i responsabili tecnici della progettazione e della futura gestione e diversi esponenti della giunta comunale tra cui il vicesindaco Paolo Polidori e gli assessori Tonel, Lodi e Giorgi.

Un progetto che unisce la città

Così ha dichiarato il sindaco Dipiazza: “Sentivo parlare di questo progetto da quando ero bambino e ora finalmente lo porteremo a termine. Ringrazio l'ex presidente della regione Debora Serracchiani e il consigliere Francesco Russo, che con il loro lavoro hanno permesso tutto questo. Il Comune di Trieste ha investito 5,5 milioni di euro, ma al di la del nuovo Centro congressi è tutta l'area dei 65 ettari del Porto Vecchio che sta molto concretamente prendendo forma: dal terrapieno di Barcola alla nuova viabilità con la rotonda e ancora con il Magazzino 26 e le urbanizzazioni e i sottoservizi da piazza Libertà. Ma quello che conta di più è che siamo tutti uniti. Mai come in questa occasione la città è unità e impegnata attivamente su questi progetti ed è proprio questa la cosa più bella” 

Porto Vecchio, Dipiazza: "33 milioni al magazzino 26 e molto altro" (VIDEO)

Il centro congressi 

Il nuovo Centro Congressi sarà realizzato nei vecchi Magazzini 27 e 28 di Porto Vecchio, che saranno ristrutturati, ampliati e uniti da un ponte, diventando un complesso polifunzionale affacciato sul mare e dotato di sale modulabili, aree espositive, area catering, dotazioni impiantistiche e tecnologie innovative, con una grande attenzione al risparmio energetico. La superficie totale del Centro sarà di 9.000 mq, di cui 3.828 per l'area espositiva, con ambienti di ampiezza tale da consentire l'allestimento di stand espositivi o di impianti di illuminazione e scenografie personalizzati. Sono previste cinque sale conferenze (la maggiore da 418 posti, una da 270 posti, una da 99 posti e due da 56 posti) e un Auditorium da 1848 posti. Esternamente verrà realizzata un’area di parcheggio di circa 4.500 metri quadri a servizio del Centro Congressi. I lavori saranno conclusi nella primavera del 2020.

Benefici per il territorio

Come dichiarato da TCC Srl, la struttura è pensata per attrarre il turismo d'affari, il quale genera almeno 4 volte più reddito rispetto al turismo del tempo libero, con un indotto stimato di circa 30 milioni di euro l'anno. Si prevede che il nuovo Centro Congressi ospiterà oltre 10 congressi o eventi nazionali e internazionali, oltre a  una quindicina di congressi nazionali/locali all'anno. Ciò avrà un impatto positivo su alberghi, catering, agenzie viaggio, taxi e trasporto pubblico, servizi di organizzazione congressuale, ristorazione, negozi, tempo libero e intrattenimento. 

Enti e imprese coinvolte

I lavori edilizi saranno realizzati da Rosso srl e Monticolo & Foti srl edilizia. Gli impianti saranno eseguiti da Monticolo & Foti srl impianti tecnologici, Tiepolo srl e Ranieri Impiantistica srl.
L’Alta Sorveglianza è affidata all’ingegner Tommaso Tassi, F&M Ingegneria Spa. Il Responsabile tecnico amministrativo è l’ingegner Ermanno Simonati, Mads & Associati. La Progettazione Generale, il Coordinamento e la Direzione Lavori e il Coordinamento della Sicurezza sono affidati all’ingegner Paco Ferrante, RE.TE. Srl. La Progettazione Architettonica è a stata curata dell’arch. Tazio Di Pretoro e dell’arch Giulio Paladini, Metroarea Architetti Associati.  La gestione di TCC potrà contare sull’esperienza quasi quarantennale di “The Office”, socia fondatrice dell’iniziativa, nell’organizzazione di congressi internazionali.

Dipiazza: "Ecco il progetto del nuovo centro congressi in Porto Vecchio" (VIDEO)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Pieni de centri congressi a Trieste che resterà svodi... Mah

  • bel...ma qualche azienda nova per tuti sti muli che zerca lavor? NO parlavi de grandi sorprese ecc ecc? Se fazè un congresso per i disoccupai impinì tutto l'auditorium, vedè voi cari politici.

  • Il turismo legato alla cultura è molto più redditizio di quello vacanziero? Ma non avevano detto che con la cultura non si mangia? Dopo anni di distruzione e decadenza ci avevano quasi convinto. Ma forse è solo il nuovo slogan.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Consiglio comunale, saltano le discussioni su presidente, TARI e Piano Finanziario

  • Cronaca

    Schianto moto - furgone in via Brigata Casale: un ferito (FOTO)

  • Sport

    Alma stravince, interrotta striscia vincente di Cantù

  • Cronaca

    Facebook censura la Cernigoi e l'Unione degli Istriani "gongola"

I più letti della settimana

  • Hollywood arriva a Trieste per tre giorni di riprese

  • Rubava dalla cassa: arrestata dipendente del "Pane quotidiano"

  • Schianto in corso Italia, conducente incastrato

  • Scalatore precipita per otto metri in Val Rosandra: è grave

  • Maltrattamenti e violenze sui cani, le testimonianze dei residenti

  • Maxino raduna i triestini intorno al mondo con "Trieste mia"

Torna su
TriestePrima è in caricamento