Porto vecchio, ok della regione al trasferimento del punto franco

Formalizzato dalla Regione lo spostamento del regime giuridico di Punto franco dal Porto Vecchio di Trieste a altre zone del territorio triestino. Contributo dell'Autorità portuale nella stesura del documento che indica le aree interessate dal trasferimento

La presidente Debora Serracchiani ha formalizzato nei giorni scorsi l'assenso della Regione Friuli Venezia Giulia allo spostamento del regime giuridico di Punto franco dal Porto Vecchio di Trieste a altre zone del territorio triestino. Il provvedimento consente di procedere nell'atteso iter di trasferimento delle aree di franchigia del Porto Vecchio alle aree Teseco e Ezit alle Noghere, all'Interporto di Trieste, sulle rive del Canale industriale, all'ex stazione doganale di Prosecco.

Ad eccezione dei Punti franchi soggetti all'Ezit e all'Interporto di Trieste, tutti gli altri sono amministrati dall'Autorità portuale. Ora sarà il Commissario del Governo a procedere con gli ulteriori passaggi previsti dall'emendamento in legge di Stabilità 2015, che prevede che il trasferimento sia effettuato, oltre che previa intesa con il presidente della Regione e con il sindaco di Trieste, anche con le altre istituzioni competenti, tra cui Dogane, Capitaneria di Porto, Guardia di Finanza, Polizia di Frontiera, sindaci dei comuni di Monrupino e Sgonico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il coinvolgimento della Regione Friuli Venezia Giulia è stato attivo durante tutto lo scorso anno e ha portato all'istituzione del Tavolo congiunto tra Autorità portuale e Dogane, che ha studiato le modalità di applicazione del Porto Franco nello scalo triestino in relazione al quadro normativo italiano e internazionale. L'Autorità portuale di Trieste ha contribuito attraverso la stesura di un documento che ha definito le aree in cui sarà trasferito il Punto franco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Bollo auto, chi paga e chi no: le informazioni sulle esenzioni

  • Il virus in Croazia preoccupa Lubiana, al vaglio l'ipotesi di toglierla dalla lista dei paesi sicuri

  • Come ottenere la carta d'identità elettronica a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • Scomparsa una bambina di sei anni in Carso: ricerche in corso

Torna su
TriestePrima è in caricamento