Ritiro delle pensioni dal 26 marzo al 1 aprile: gli orari postali e tutte le informazioni utili

Poste Italiane ha emesso una nota in cui spiega le modalità di accesso agli uffici postali e la possibilità inoltre di farsela accreditare direttamente sul libretto, sul conto o sulla Postepay. Ecco cosa vale per Trieste

Accreditamento sul libretto di risparmio, sul proprio conto BancoPosta o sulla Postepay Evolution, oppure recandosi allo sportello rispettando il proprio turno alfabetico previsto. In piena emergenza covid-19, Poste Italiane affronta così il pagamento delle pensioni del mese di aprile nei 242 uffici regionali dell'azienda. Gli orari degli stessi (consultabili sul sito di Poste Italiane) sono stati rivisti e 122 di essi saranno operativi sei giorni su sei, mentre gli altri 120 osserveranno un orario alternato.

Come da indicazioni del Governo, l'azienda ha anticipato il pagamento delle pensioni al 26 marzo e, come si legge nella nota, "ha adottato ulteriori misure di programmazione dell'accesso dei pensionati agli sportelli. Le suddette modalità di erogazione hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane". 

Posta Centrale aperta sei giorni su sei, dalla mattina alla sera

Per quanto riguarda il capoluogo regionale, Trieste Centrale sarà l'unica struttura a rimanere aperta dalle 8:20 alle 19:05 ogni giorno, domenica esclusa. A Trieste tutti gli altri osserveranno un unico turno dalle 8:20 alle 13:35 sei giorni su sei, mentre in tutta la provincia l'unico sportello a seguire un orario alternato è quello di Sgonico (aperto il lunedì-mercoledì e venerdì sempre dalle 8:20 alle 13:35). 

Per andare a ritirare a Trieste

Le persone che da domani 26 marzo andranno a ritirare la pensione in tutti gli uffici postali del capoluogo regionale dovranno seguire l'ordine alfabetico di seguito riportato. Il 26 marzo potranno recarsi solamente i cognomi dalla A alle B, mentre venerdì 27 marzo toccherà ai cognomi dalla C alla D. Sabato 28 quindi il turno dalla E alla K, mentre si ricomincerà lunedì 30 marzo con i cognomi dalla L alla O. Martedì 31 marzo le persone dalla P alla R ed infine mercoledì 1 aprile i pensionati dalla S alla Z. 

Modalità per Sgonico e mesi futuri

Per quanto riguarda invece Sgonico (l'unico aperto a giorni alterni) ecco che si inizierà venerdì 27 marzo con i cognomi dalla A alla D, lunedì 30 marzo con i pensionati dalla E alla O e mercoledì 1 aprile con le persone dalla P alla Z. Per quanto riguarda il pagamento dei mesi di maggio e giugno, Poste Italiane ha previsto l'erogazione dal 27 al 30 aprile (pensioni di maggio) e dal 26 al 30 maggio per quelle di giugno. "Poste Italiane - conclude la nota - invita tutti i clienti ad entrare negli uffici postali esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Torna a salire il numero dei positivi in Fvg: 92 contagiati, Trieste la più colpita

  • Fermato fuori casa ma doveva essere in quarantena perché positivo: denunciato

  • Coronavirus: arriva la mappa dei contagi in FVG, interattiva e suddivisa per comuni

  • Coronavirus in Fvg: rallentano i contagi e i decessi, guarite 102 persone

  • Coronavirus: anche a Trieste arrivano le mascherine, saranno distribuite da lunedì

Torna su
TriestePrima è in caricamento