Operatore Fim-Cisl aggredito: "Mi ha preso per il collo"

Mattina movimentata negli uffici della Fim-Cisl. L'uomo è stato percosso dopo che l'aggressore si è visto rigettare l'avvio della pratica legata alla certificazione Isee per documentazione incompleta

Mattina movimentata oggi, 18 febbraio, negli uffici della Fim-Cisl di Strada Vecchia dell'Istria, dove un operatore, cercando di difendere la sua collega, è stato aggredito.

Erano le 11:30 quando un uomo sulla cinquantina si è presentato con la moglie per avviare una pratica legata alla certificazione dell'Isee. La miccia si è accesa quando un'operatrice gli ha rigettato la domanda per documentazione incompleta.

"L'uomo ha cominciato ad urlare e la moglie ha subito lasciato l'ufficio - ci ha raccontato la vittima -.In seguito si è alzato e si è avvicinato alla mia collega". L'operatore, con tono fermo, è subito intervenuto: "Ho raccolto i suoi documenti e l'ho invitato a presentarsi in un'altra occasione. A quel punto, dopo aver scaravento i fogli a terra, mi ha preso per il collo. Fortunatamente, dopo una breve colluttazione, sono riuscito ad imobilizzarlo in attesa dell'arrivo della Polizia prontamente chiamata dalla mia collega".

I poliziotti, giunti sul posto, hanno chiamato la Croce rossa, mentre la vittima si è recata al Maggiore con diversi lividi: "Denuncerò il fatto. E se tornasse e le mie colleghe fossero sole?" ha concluso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Tragico incidente in autostrada, morta bimba di quattro mesi

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Muore a 38 anni dopo una caduta con la moto, Dolina piange Devan Santi

  • Frecce Tricolori: lunedì il volo su Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento