Amena è la prima nata muggesana del 2019

Festeggiamenti in rosa a Muggia. Amena, nata il 9 gennaio, apre le fila delle nascite della città istroveneta. Nel 2018 registrato evidente calo di nascite rispetto agli anni precedenti. Novembre è stato il mese più ricco di fiocchi

foto di repertorio

Per il terzo anno consecutivo, l’ormai tradizionale fiocco azzurro a cui la città istroveneta era abituata da anni, ha lasciato spazio a festeggiamenti in rosa. Si chiama Amena, infatti, la prima muggesana del 2019 che, nata il 9 gennaio, apre le fila delle nascite della città istroveneta. Il tutto in anticipo rispetto all’anno scorso, quando si era dovuto attendere fino al 27 gennaio per festeggiare il primo fiocco ed anche rispetto al 2017 quando i tempi d’attesa si erano protratti addirittura sino al 1° febbraio per inaugurare il filone dei neonati muggesani.

Calo di nascite nel 2018

Neonati che nel 2018 sono stati 55, un numero che attesta un evidente calo rispetto agli importanti numeri registrati negli anni precedenti. Nel 2016, infatti, rispetto all’andamento inesorabilmente calante degli ultimi anni sul fronte delle nascite del comune istroveneto, aveva sorpreso il boom di ben 67 nascite. Una cifra che ricalcava il record del 2013 lasciando speranzosi per l’anno successivo. E come auspicato, a queste erano seguite le altrettanto significative 65 del 2017, con un leggero calo delle quote azzurre (da 40 a 37) e l’aumento di un unico fiocco di quelle rosa (passate da 27 a 28). Cambio di rotta, invece, quello registrato nell’anno appena conclusosi, con un esponenziale incremento delle quote rosa (ben 34) che sorpassano nettamente i 21 fiocchi azzurri. Stefano, Alex e Leon si attestano indiscutibilmente come i nomi maschili più quotati con un gradino più alto del podio a pari merito, mentre è Mia il nome che spicca nell’universo dei nomi femminili muggesani.

Novembre 2018 mese più ricco di fiocchi

È novembre il mese più ricco di fiocchi del 2018, che con 16 nascite riconquista il primato registrato negli ultimi anni dopo essersi visto detronizzare dall’ottobre nel 2017. Risulta essere gennaio, invece, il mese meno fortunato dal punto di vista dell’incremento demografico della città istroveneta, tanto da non avere registrato neppure una nascita nell’anno appena conclusosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento