Turismo, Bolzonello: «La promozione integrata Fvg-Veneto è la carta vincente»

«Farlo con un'immagine integrata evitando il rischio del disallineamento tra i contenuti del marchio ombrello e dei marchi delle singole destinazioni»

Il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, è intervenuto a una tavola rotonda nell'ambito del convegno "Verso un brand dell'Alto Adriatico attraverso itinerari ciclabili e turismo sostenibile", organizzato a Bibione con il sostegno di Promoturismo Fvg, Regione Veneto e Comune di San Michele al Tagliamento nell'ambito del progetto di valorizzazione turistica delle località balneari del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, tema centrale del progetto di eccellenza interregionale Adriatico.
«L'idea di una promozione integrata delle destinazioni turistiche dell'Alto Adriatico - ha evidenziato Bolzonello - è certamente una carta vincente per aggredire mercati ricchi ma più lontani di quelli tradizionali dell'Austria e della Germania».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Farlo con un'immagine integrata - ha aggiunto il vicepresidente della Regione - è certamente una necessità che bisogna perseguire cercando di evitare il rischio del disallineamento tra i contenuti del marchio ombrello e dei marchi delle singole destinazioni».
Rispondendo alle domande che gli sono state poste, Bolzonello si è soffermato sulle potenzialità connesse allo sviluppo delle ciclovie in Friuli Venezia Giulia, già diffuse e utilizzate sotto il profilo turistico e del cicloturismo.
Serve ora un salto di qualità, ha rilevato Bolzonello, per poter puntare a un utilizzo quotidiano del mezzo a pedali e a una sua fruizione su una più vasta porzione del territorio.

La bicicletta, è stato detto, è ormai sinonimo di salute, movimento all'aria aperta, possibilità di gustarsi spazi diversi e la natura circostante.
Per parlare di questo, Bolzonello si è richiamato all'esperienza positiva vissuta da sindaco di Pordenone, una città nella quale è ormai considerato naturale uscire di casa in bicicletta.
Ma problemi di natura urbanistica e territoriali rallentano o impediscono la diffusione del mezzo a pedali in diverse altre realtà.
Il tema vero per lo sviluppo della bicicletta è dunque ora quello di trasferire la passione spesso motivata da eventi che legano emotivamente il grande pubblico allo sport del pedale, come il Giro ciclistico d'Italia, alla consapevolezza della sua duttilità nell'uso di ogni giorno.
Per esempio, in Friuli Venezia Giulia, in occasione delle tappe del Giro d'Italia sono stati effettuati eventi di promozione delle biciclette elettriche.
Il loro costo però è ancora elevato per poterne favorire la diffusione nell'impiego quotidiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • La dieta a Zona per dimagrire e migliorare le funzioni dell'organismo: come funziona

  • Covid 19: nessun morto in Fvg nelle ultime 48 ore, due nuovi casi a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento