Sequestra la compagna e la "massacra" con calci e pugni, in cella 36enne

Un giovane triestino ha picchiato ripetutamente la propria compagna e l’ha poi chiusa a chiave in casa, impedendole di uscire. Nel pomeriggio la donna ha tentato di scappare, senza fortuna venendo picchiata nuovamente. A dare l'allarme i vicini spaventati dalle grida

Un uomo triestino di 36 anni B.N ha picchiato ripetutamente con con pugni e calci la propria compagna e l’ha poi chiusa a chiave in casa, impedendole di uscire. Nel pomeriggio, al rientro in casa dell’uomo, la donna ha tentato di fuggire dall’appartamento, ma è stata raggiunta sul pianerottolo e percossa nuovamente. I Carabinieri della Stazione di Trieste-Scorcola hanno arrestato in flagranza di reato l'uomo accusato di ripetuti maltrattamenti e di sequestro di persona nei confronti della propria compagna. 

I fatti 

Il fatto di cronaca risale alla tarda serata del 6 novembre. Le percosse e i calci e pugni sono iniziati nella mattinata di martedì e sono proseguiti fino al pomeriggio quando al rientro in casa dell’uomo, la donna ha tentato di fuggire dall’appartamento, ma è stata raggiunta sul pianerottolo e percossa nuovamente. Sono stati i vicini a dare l'allarme chiamando il 112. 

L'arrivo dei Carabinieri

I militari giunti nell’abitazione della coppia dopo pochi minuti, hanno trovato la donna, visibilmente scossa, che presentava evidenti segni di percosse sul volto. Dopo aver chiesto l’intervento dei sanitari per prestare le prime cure, i Carabinieri hanno ricostruito la dinamica dei fatti e delineato la lunga storia delle violenze subite dalla donna, che, nelle numerose precedenti occasioni, per timore di ripercussioni maggiori, non aveva mai presentato querela nei confronti del compagno. 

Il ricovero e il contatto con il Centro Antiviolenza

La donna è stata successivamente ricoverata presso l’Ospedale di Cattinara, dove ha passato la notte in osservazione, per poi essere messa in contatto anche con un Centro Antiviolenza. L’uomo è stato invece arrestato per maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona ed è stato associato al Coroneo, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • facile dir sveglia!! ragionate invece di parlare per frasi fatte! come xe za stado scritto al di fuori xe facile parlar, quando se se trova nella situazion le robe cambia! bisogna farse coraggio si e anche denunciar ma eser sicuri de esser protetti dopo! facile dir sveglia! sveieve voi........

  • Immagino sia difficile denunciare per paura delle ripercussioni ma bisogna farsi coraggio, denunciare tutto e subito in modo che questi vigliacchi possano finire in galera. Mi auguro che ci resti per un bel po'.

  • se non li denunciate vi massacreranno sempre....sveglia!!

  • ma perché non l'aveva mai querelato??? come donna sono sconcertata: bisogna denunciare subito questi vigliacchi bast***i!! se ti picchia una volta, lo rifarà! tutte le donne dovrebbero capirlo!! ora spero solo che lo rinchiudano e buttino la chiave!

    • El problema xe che la magior parte dele volte NO i li buta dentro e NO i buta le ciave, e questo co i torna a casa i mena de novo e de più, per questo la "paura" dele ripercussioni... Xe un sistema che NO funziona, purtroppo e le donne no se senti protette. Go un'amica che go aiutado proprio mi e la xe in un centro de protezione... NO posso saver gnanche mi dove che la sta adesso, ma almeno la xe al sicuro.

      • Vero.

  • Pezzo di mer

  • Buttare le chiavi!!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Allerta gialla per forti raffiche di bora, possibili nevicate

  • Cronaca

    Investita in viale Miramare: ragazza 13enne in ospedale

  • Cronaca

    Donatori sangue, Ads Trieste 20mila iscritti, +1,9% nel 2018

  • Incidenti stradali

    Tamponamento tra camion su RA 13: cabina distrutta e un ferito

I più letti della settimana

  • Incidente auto-moto in Largo Barriera: grave un centauro

  • L'Harry's Piccolo di Trieste conquista la Stella Michelin

  • Morte Marianna Pepe: i risultati dell'autopsia

  • Ruba 2000 euro dalla cassa: commesso di un supermercato arrestato

  • Piano neve del Comune, tutto quello che c'è da sapere per evitare disagi

  • Ambulanza si schianta contro un furgone in via Bernini, in tre all'ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento