Trieste, pugno duro contro parcheggiatori e mendicanti molesti: arriva il daspo urbano

L'annuncio del vicesindaco Roberti a Ring (Telequattro): l'introduzione - prevista dal decreto Minniti - è una variazione del Regolamento di Polizia urbana appena votato dalla Giunta

Introdotto poco meno di un anno fa, l'applicazione del nuovo Regolamento di Polizia Urbana è pronto per un revisione e la Giunta comunale, su proposta dell'assessore alla Sicurezza e Polizia locale e vicesindaco Pierpaolo Roberti, ha votato alcune modifiche importanti con l'inasprimento di alcune sanzioni, ma soprattutto l'introduzione del "daspo urbano" di derivazione del ministro Pd Minniti.

A darne notizia lo stesso Roberti nel corso di un intervista di Ferdinando Avarino a Ring su Telequattro: «Alcune tipologie di persone, una volta ricevuto il daspo dalla Polizia locale, per 48 ore non si dovranno far vedere in una determinata zona (il decreto proibisce l'applicazione su tutta la città, ndr); se nell’arco di questo lasso di tempo viene rivisto la questione passerà alla Questura e quindi sul penale, con il rischio di allontanamento fino a sei mesi». 

Le tipologie di trasgressori che prevede il decreto e quindi la modifica al Regolamento, sono - tra gli altri - i mendicanti molesti, i parcheggiatori abusivi, chi commette atti contrari alla pubblica decenza, i venditori ambulanti, chi bivacca davanti edifici storici o di culto. La zona invece individuata è quella di un "triangolo" che ha i vertici in piazza Libertà, ospedale Maggiore e  Campo Marzio; con l'aggiunta del lungomare di Barcola. 

La modifica - ha spiegato Roberti - è stata condivisa con Prefettura e Questura per rendere il Regolamento, e quindi le "armi" della Polizia locale e Comune, più efficaci. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (27)

  • Da quel che ho capito, quelli con la licenza di ambulanti sono esclusi dal provvedimento. Od ho capito male ?

  • buttateli a mare questi cialtroni, un bel bagno invernale gli schiarisce le idee. Al loro paese li riempirebbero di legnate.

  • Proibire ai mendicanti di avvicinarsi ai locali dove la gente ha il diritto di non essere disturbata e mangiare o bere in santa pace senza essere avvicinati da queste persone invadenti ed arroganti....... !

  • el pugno duro se usa con i connazionali, i clandestini o risorse varie come li ciamè voi va ESPULSI SUBITOOO!!!!!!!! ma espulsi veramente e no all'italiana!

  • Pugno duro i lo ciama..... Robe de mati.

  • Semplicemente ciacole buttade al vento. De concreto no se vedi un zoca. I neri , ai posteggi in marina , i xe' la ogni santo giorno... Ghe vol TOLLERANZA ZERO , no ciacole per dementi .

  • Mahhhh per mi non sé cambiado niente!! Mi li vedo sempre nei soliti posti!! In via Machiavelli se due ogni giorno da mesi e la della stazion marittima de sera idem!!

    • Ghe ne xe anche un terzo in fondo, un novo che sta fasendo "apprendistato" (in nero). X mi i dovesi revocar la licenza a quei dei parcheggi. Xe lori che devi controllar e loro "business" e dar el servizio migliore. Se noi xe i grado se cambia gestor. Volendo esagerar questi lavora in nero tutto el giorno, dando servizio de parcheggiator al posto dei titolari che lasa far. Saria de fargheli assumer tutti. Spero in poche righe da gaver reso l'idea

      • ....non c'è nessuna licenza da revocare a "quei dei parcheggi", perchè non ci sono parcheggiatori. C'è il parchimetro ed è sufficiente.

  • I xe come i bàcoli. I se sposterà in altre parti. E el solito PD che farà polemiche su polemiche. Se sa che a lori ghe piasi strazzoni e miserabili in giro. E a certe babette ciospe gli africani piacciono da morire......visto coi mii oci dar numeri de telefono o scriverselo...

    • le fa beneficenza... e po se sa che piu se negri piu i se accontenta de ogni roito

  • In pratica...nulla. Via dal “triangolo bene” della città, questi dove vanno? Scompaiono? Non li vedo in centro quindi non esistono? Possibile che siate tutti così frustrati da non capire che sono chiacchiere? Si sta pulendo mettendo la polvere sotto al tappeto. Se queste per voi sono soluzioni...

    • esatto!!!!! andasi brusai direttamente!!

    • La penso esattamente come ti.

  • bravi bravi, via tutta sta feccia!!! mi raccomando cara grim e pd in testa adesso cominciate a rompere i marroni con inutilu sterili polemiche, non sapete fare altro.

    • Sa che te sta diventando quasi logoroico? Non te sa dir altro che Grim de qua e Grim de la e xè colpa del pd. Te prego finiscila de lametarte, gavemo capì che non te ga simpatia verso il pd e la Grim.

      • Xè palese che questa situazion xè creada dal PD e dai suoi stupidi accoliti

      • orco dindio deso gavemo anche Ned oltre a Homer.. ciao ciaoino ciaoetto!!

        • Salve, salvino. Sì, son arivà anche mi.

  • Ben fatta!!!

  • Ottimo, speriamo funzioni.

  • ATTENZIONE....correggete il titolo...avete scritto RASPO invece di DASPO. Cordiali saluti di...vini ! Adriano Bellini

    • E con il TLT come va tutto uguale o c’è qualche movimento,lo stesso va anche per il porto che l’anno scorso si aveva detto che con il primo dell’anno si passava sotto ló stato oramai siamo al 12 é ancora niente così arriveremo al 2019 più che sicuro

Notizie di oggi

  • Cronaca

    25 aprile: fischi e insulti a Dipiazza alla Risiera (VIDEO)

  • Cronaca

    Fvg Strade: nuova chiusura della Costiera per venerdì 27 aprile

  • Cronaca

    Saluta la madre, cade dalle scale e muore: tragedia a Monfalcone

  • Cronaca

    Coop, morto Marchetti. Il figlio: «È stato vittima di un imbroglio politico»

I più letti della settimana

  • Bimba disabile fermata dal controllore sul bus: lo sfogo della mamma su Facebook

  • 25 aprile: fischi e insulti a Dipiazza alla Risiera (VIDEO)

  • Casa popolare a Trieste, ma 260 mila euro in Slovenia: madre e figlia scoperte dalla Gdf

  • Accoltellato alla natica in Piazza della libertà: fuori pericolo

  • Saluta la madre, cade dalle scale e muore: tragedia a Monfalcone

  • Spari sulla spiaggia a Portorose: un ferito, “pistolero” in fuga

Torna su
TriestePrima è in caricamento