Pulizie radicali in città, 12 strade "come nuove": si parte da Servola e Valmaura

Previsti divieti di sosta da entrambi i lati e supporto dei Vigili per mettere in sicurezza i pedoni

«Nel piano economico finanziario 2017 è prevista la pulizia di 12 strade cittadine per testare e verificare l'impatto sulla vita quotidiana della popolazione e l'efficacia nel tempo della tipologia di interventi. È l'inizio di un percorso di rivalorizzazione urbana, a partire dalle periferie, in accordo con le circoscrizioni e i cittadini, che vogliamo avviare anche come misura più incisiva contro l'inquinamento senza dover attendere la pioggia e per intervenire sulle strade anche al di sotto dei veicoli in sosta. Il primo intervento sperimentale sarà effettuato in una zona critica dal punto di vista ambientale».
Così l'assessore comunale all'Urbanistica e Ambiente Luisa Polli nella conferenza stampa di illustrazione dell'iniziativa varata da Comune di Trieste e AcegasApsAmga – a cui erano presenti il responsabile Servizi Ambientali AcegasApsAmga Giovanni Piccoli e il consigliere della VII circoscrizione Stefano Bernabich - che dà l'avvio ad una prima tranche di interventi di pulizie radicali in città programmati nel corso di quest'anno e che proseguiranno anche nel 2018, a partire, come preannunciato, dalle zone di periferia.

Polli ha quindi sottolineato che sarà data puntuale comunicazione alle circoscrizioni coinvolte e ai cittadini nelle zone che man mano saranno interessate dalle opere di pulizia. E, d'accordo con il Vicesindaco Roberti, sarà garantito anche il supporto dei Vigili Urbani per mettere in sicurezza i pedoni.
Gli interventi di pulizia “chirurgica” - è stato detto - saranno estremamente approfonditi, con l’obiettivo di restituire ai cittadini la strada in cui si abita o si lavora come fosse nuova.
I primi due interventi 'pilota' sono già stati calendarizzati: giovedì 18 maggio, si comincerà da Servola, in via Pitacco, dove sarà istituito il divieto di sosta su entrambi i lati della strada (con esclusione dei vialetti di accesso privti alle abitazioni), mentre giovedì 25 maggio sarà la volta di via Valmaura (da via Ponticello a via Carpineto).

«L'intervento durerà sei ore in tutto, con l'impiego di quattro o cinque mezzi, in cui saranno svolte varie attività da 15 addetti – ha spiegato il responsabile Servizi Ambientali AcegasApsAmga Giovanni Piccoli -, dallo svuotamento dei cassonetti della raccolta dei rifiuti al diserbo minuto, allo spazzamento manuale e meccanico fino alla nebulizzazione, per evitare il sollevamento di polveri, alla pulizia delle caditoie e al lavaggio stradale».
«Una delle più grandi difficoltà che incontriamo è soprattutto nei parcheggi – ha affermato Piccoli - abitualmente occupati dalle autovetture e dove dovremo intervenire, in tal senso chiediamo la collaborazione dei cittadini a cui sarà dato un preavviso con largo anticipo per evitare il più possibile i disagi. Con questi primi due interventi contiamo di verificare anche se il calendario previsto può procedere come da programma o se occorre effettuare qualche cambiamento alla tipologia del servizio».

Immediatamente dopo questo primo test sarà calendarizzato l’intero programma, nelle cui operazioni saranno pertanto recepiti anche eventuali spunti di miglioramento che potrebbero emergere dai primi due interventi.
Ogni intervento, come detto, durerà circa sei ore (indicativamente dalle 8.30 alle 14.30), durante le quali la strada oggetto dell’intervento dovrà essere completamente sgombra dalle auto in sosta, per consentire di intervenire sull’intera superficie e agevolare al tempo stesso l’operatività dei mezzi.
L’Amministrazione Comunale, a questo proposito, emetterà un’ordinanza di divieto di sosta su entrambi i lati della strada interessata per tutta la durata dell’intervento. Dal provvedimento saranno sempre esclusi i vialetti privati di accesso ai singoli condomini.
Un disagio indispensabile però alla riuscita ottimale dell’intervento e a restituire una strada completamente igienizzata. Inoltre, per garantire un’adeguata informazione ai residenti la segnalazione del divieto di sosta verrà esposta con 96 ore di anticipo e sarà accompagnata da una comunicazione diretta attraverso apposite locandine, che saranno anche affisse ai portoni d’ingresso delle abitazioni e degli esercizi commerciali della strada.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Neve dal Carso alla città: modifiche ai bus, spazzaneve e spargisale in azione (FOTO)

  • Cronaca

    Rive chiuse e traffico in tilt, Roberti difende e ringrazia la Polizia locale

  • Cronaca

    Nasce fondazione "Burlo Garofolo": donati 48mila euro da Barcolana e Despar

  • Cultura

    Il dolce tipico di Trieste? 9 pasticceri in gara: la proclamazione (e gli assaggi per il pubblico) da Eataly

I più letti della settimana

  • Grave incidente in via Rossetti: motociclista in prognosi riservata

  • Grave incidente in viale Miramare: 16enne contro un palo

  • Rifiuti e feci e urine umane: il degrado assoluto nel sottoscala delle case Ater di piazzale De Gasperi (FOTO)

  • Impalcatura pericolante sulle Rive: traffico in tilt per un’ora

  • Schianto in viale Miramare: resta gravissimo il 16enne

  • Allerta meteo per i prossimi giorni: possibili neve e temperature glaciali sul Carso

Torna su
TriestePrima è in caricamento