Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

L'attività "ha messo in luce una gestione del locale inadeguata" dopo l'aggressione dello scorso 16 novembre ai danni di un avventore con una mazza da baseball. Il provvedimento disposto per tre giorni

Oggi 19 novembre il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi ha disposto la chiusura per 3 giorni del Bar Moderno di via Carducci 17, "divenuto teatro di una violenta lite avvenuta tra un dipendente del locale ed un avventore, colpito con una mazza da baseball in custodia all’interno del bar". L’episodio, accaduto il 16 novembre scorso, secondo la Polizia "ha messo alla luce una gestione del locale inadeguata, posto che è stato accertato che la presenza molesta dell’aggredito all’interno del bar si è protratta per ore".

"Controllo dell'attività insufficiente"

L'avventore avrebbe anche "minacciato di appiccare il fuoco all’interno della sala, senza che nessuno dei dipendenti abbia provveduto a richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine, preferendo agire di propria iniziativa con un’azione illegittima e violenta". Secondo la Questura "i dipendenti del bar non hanno informato della lite la titolare dell’esercizio, in quel momento assente, essendo la stessa venuta a conoscenza di quanto accaduto soltanto il giorno successivo con comunicazione della Polizia", questo per sottolineare "l’insufficiente controllo della stessa sull’attività posta in essere dai propri dipendenti". 

Il precedente del Mc Donald's

Dopo la chiusura del Mc Donald's di piazza Goldoni, finito sulle pagine dei giornali in relazione a recenti fatti di cronaca, questo di oggi 19 novembre risulta essere un ulteriore provvedimento che la Questura prende in pochi giorni, nel tentativo di "produrre un effetto dissuasivo su soggetti potenzialmente pericolosi e nel contempo di evitare il riaccendersi sul posto di ragioni di dissidio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

Torna su
TriestePrima è in caricamento