Raccolta rifiuti a Muggia: 5 nuove postazioni per conferire il verde

Litteri: «Confidiamo che queste nuove postazioni vengano utilizzate con responsabilità e non ci si debba trovare ad affrontare la gestione di conferimenti impropri in mezzo al verde»

La nuova organizzazione della raccolta dei rifiuti a Muggia è in vigore, in modo esclusivo, da 15 giorni, dopo un primo mese – quello di marzo - dove è stata affiancata dal persistere dei bidoni stradali; bidoni che sono stati rimossi proprio nei primi giorni di aprile, consentendo pertanto ai cittadini un approccio più flessibile e graduale in questo periodo.
Un tipo di approccio che è stato adottato anche per quanto concerne l’istituzione di un’area ad accesso limitato esclusivamente ai gestori dei pubblici esercizi del centro storico, che tramite chiave possono usufruire di questa opzione in aggiunta al servizio di raccolta porta a porta già esistente.

In termini di flessibilità anche la voce del “verde” è stata protagonista dell’istituzione di nuove postazioni distribuite sul territorio comunale per agevolare il conferimento di raccolta erba e ramaglie. Servizio per il quale si ricorda è stato da subito istituito un prelievo del materiale a domicilio, eseguito a cadenza settimanale nella giornata di martedì.
Per poter usufruire di questo particolare servizio è necessario prenotare il prelievo con almeno due giorni di anticipo alla giornata programmata di raccolta per coordinare i prelievi al numero verde NET. Si ricorda che si raccolgono fino a 2 mc. di materiale per un massimo di 10 sacchi o 5 fascine ben legate, di lunghezza massima mt. 1,5.

A questo ed alla possibilità di conferire autonomamente in piazzola ecologica il proprio materiale, si aggiunge quindi ora anche quella di usufruire delle 5 diverse postazioni destinate al conferimento di erba e ramaglie che saranno site in:

-località Santa Barbara (nelle vicinanze della chiesa);

- località Crevatini/Piasò (presso il piazzale antistante l’ingresso dello stadio Zaccaria);

- Zaule (nelle vicinanze della stazione acquedotto);

- Via XXV Aprile (presso il Parcheggio area ex Enel);

- Località Chiampore (all’incrocio tra Darsella S. Bartolomeo e Strada per Ligon).

«Confidiamo che queste nuove postazioni - ha precisato Litteri - vengano utilizzate con responsabilità e non ci si debba trovare ad affrontare la gestione di conferimenti impropri in mezzo al verde come troppo spesso succedeva in passato purtroppo...»
«L'avvio di questo nuovo sistema di raccolta sta dimostrato ancora una volta flessibilità, cercando di dare la migliore risposta possibile alle necessità dei cittadini e di adattarsi alle diverse esigenze del territorio.».

«Come per tutte le novità, c’è bisogno di cimentarsi concretamente con le nuove modalità di conferimento e di abituarvisi perché ogni comunità ed ogni territorio sono a sé e perché vi è comunque un cambiamento da affrontare con tutto il disorientamento che può portare con sé. Soltanto cimentandosi e misurandosi con le eventuali esigenze e criticità che emergono dall’introduzione di qualsiasi novità si può verificare e affinare quanto messo in campo per fare in modo che risponda nel miglior modo possibile» - ha commentato l’assessore Laura Litteri. «Siamo fiduciosi - conclude -che, come successo negli altri comuni che sono già prima di noi passati a questo sistema di raccolta, grazie alla collaborazione dei cittadini, riusciremo a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità ambientale che Muggia è di certo in grado di ottenere e che la maggior parte dei muggesani stanno si stanno già impegnando a raggiungere».

Potrebbe interessarti

  • Dieta low carb, eliminare o sostituire i carboidrati nella nostra alimentazione?

  • Lenti a contatto, le cattive abitudini che danneggiano la salute dei nostri occhi

  • Rinnovo patente b, procedure e documenti necessari

  • Arredamento, le tendenze più in voga del 2019

I più letti della settimana

  • Squalo Mako di 4 metri avvistato in Croazia

  • Statua di D'Annunzio, Corona si schiera con Dipiazza: "Lascia perdere il Pd"

  • Schianto contro il guardrail nella notte, morto un motociclista

  • Squalo nell'Adriatico, parla l'esperto: come non finire nelle fauci di un Mako

  • Blitz dei NAS nella pizzeria La Caprese, multe per oltre 7000 euro

  • Trieste-Lussinpiccolo in aliscafo: dal 29 giugno al via i collegamenti

Torna su
TriestePrima è in caricamento