Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

L'evento sarebbe avvenuto dopo le 19 di questa sera a Opicina in una casa sulla strada che conduce verso il borgo di Banne. Sul posto la Polizia, Reparto Prevenzione Crimine e volanti con posti di blocco in tutto il Carso

Poco dopo le 19 ci sarebbe stato un tentativo di rapina in una villa nei pressi della strada che da Opicina conduce verso l'abitato di Banne. Da prime indiscrezioni si sarebbero sentiti degli spari nella zona più conosciuta con il nome di Quadrivio. Sul posto la Polizia con diverse volanti arrivate dalla Questura, da Duino. Impegnato anche il Reparto Prevenzione Crimine con alcuni posti di blocco "disseminati" su tutto il territorio del Carso triestino. 

Da una prima ricostruzione sembra che i ladri abbiano tentato di introdursi in una casa, senza fortuna a causa del colpo d'arma da fuoco esplosi dal padre dell’inquilino, che abita nella casa accanto. Quest’ulrimo, sempre secondo prime indiscrezioni, dopo aver dissuaso i malviventi sarebbe stato aggredito dagli stessi. I ladri avrebbero sottratto anche l'arma al vicino di casa. Presumibilmente stanno girando armati. 

Roberto Mandler che per primo ha postato la notizia sul gruppo Facebook "Vivere Opicina e l'Altipiano" , è intervenuto nella trasmissione Ring di Telequattro. "C'è stato un tentativo di furto in una casa dove non c'era nessuno e si sono sentiti  alcuni colpi d'arma da fuoco. Un vicino ha esploso, dicono, tre colpi in aria, però i ladri sono riusciti a disarmarlo. Poi sono scappati in macchina e a Opicina è arrivata anche un'Ambulanza ma sembra non si sia fatto male nessuno". 

La caccia ai topi d'appartamento in fuga è partita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Se fosse accaduto a me di udire l'allarme della casa accanto avrei chiamato Carabinieri o Polizia. Di sicuro non avrei osato uscire da casa, men che meno con un'arma in mano! Può ringraziare se lo hanno "solo" ferito. Ma hanno pure sottratto l'arma... Qui va ristabilito chi può fare cosa:un comune cittadino deve rivolgersi alle Autorità proposte, e non avventurarsi al buio, rischiando. Specialmente se si sa di essere in una zona presa di mira.

  • Quando si esce di casa ,pistola in pugno,credendosi Texas Ranger,la cosa più importante è sapere usare l'arma e non farsela rubare,

  • Orpo come che se aggiorna, sta notizia...

  • No capisso perchè trieste prima non gabbi scritto neanche una riga sulla sparatoria che xè stada a cattinara l'estate passada... Mah.

    • Perché meno si sa e più riescono a prenderci in giro dicendo che va tutto bene.... ma questa città non era così prima che aprissero i confini e che arrivassero le risorse

      • Secondo me sei abbastanza giovane Gabriella, questa città era così anche prima che aprissero i confini, e ti posso assicurare che le notizie non venivano occultate, infatti 35/40 anni fà non c'era tutta questa voglia di abitare sull'altipiano, se ti ricordi, anzi, il boom di costruzioni nuove in città è proprio di quel periodo, il ritorno ad acquistare e costruire sull'altipiano è ricominciato una quindicina di anni fà, guarda caso proprio in concomitanza con l'apertura dei confini, saranno stati tutti autolesionisti? P.S. le "risorse" in questo caso non centrano un bel nulla, finiamola di usare termini un tanto al chilo per favore.....

        • Le tue supposizioni sono completamente e totalmente fuori strada e quello che ho scritto è perché conosco molto bene la realtà... compresa quella non pubblicata.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Economia

    Crisi industria, CGIL: "Più di 1000 lavoratori a rischio"

  • Cronaca

    "Campagna acquisti" della Lega, Manuela Declich abbandona Forza Italia

  • Cronaca

    La CISL: "Da mesi Alma in ritardo con gli stipendi"

I più letti della settimana

  • Rapina e sparatoria a Opicina, ladri ancora in fuga

  • Guida ubriaco e si schianta contro auto dei Carabinieri

  • Investita da un autobus sulle rive: è grave

  • Schianto sulla Costiera: ferito un ciclista

  • Violenta una 20enne a Verona, era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Rogo in strada di Fiume 16, a fuoco i sotterranei di un palazzo

Torna su
TriestePrima è in caricamento