Rapinano due tabaccherie con un coltello: nei guai anche un minorenne

Sono state prese di mira due tabaccherie: una in via del Carpineto e l’altra in largo Pestalozzi, da due persone che indossavano un casco. Arrestato anche un maggiorenne grazie a un'operazione congiunta di Carabinieri e Polizia

Due rapine in altrettante tabaccherie nell’arco di pochi minuti, entrambe a mano armata, al termine delle quali i Carabinieri e la Polizia hanno denunciato un minorenne e arrestato un maggiorenne. Un risultato, portato a termine il 4 giugno scorso, dalla Squadra Mobile della Questura di Trieste e del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di via Hermet in un'attività coordinata.

Le tabaccherie

Sono state prese di mira, in quell'occasione, due tabaccherie: una in via del Carpineto e l’altra in largo Pestalozzi, da due persone che indossavano un casco. I due, sotto la minaccia di un grosso coltello da cucina, nel primo caso hanno tentato la rapina e nel secondo sono riusciti a farsi consegnare circa 150 euro (l’incasso della giornata). I due, dopo aver commesso i fatti, sono scappati a bordo di uno scooter.

I fatti

Giunte le segnalazioni alle rispettive Sale Operative, in ragione della suddivisione del Piano Coordinato di Controllo del Territorio, gli equipaggi della Polizia sono intervenuti in via del Carpineto dove i due malviventi, dopo avere fatto irruzione brandendo il coltello, hanno intimato alla vittima la consegna del denaro ma sono stati dissuasi dalla presenza di un sistema di videocamere a circuito chiuso. Nel frattempo sono scattate le ricerche lungo le vie di Trieste.

Diciottenne di Ronchi malmenato e derubato a Padova, presi i due rapinatori 

L'intervento delle autorità

Dopo poco le pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di via Hermet sono intervenute in largo Pestalozzi dove due persone con le medesime fattezze e lo stesso modus operandi avevano rapinato con lo stesso coltello una seconda tabaccheria. L’analisi dei filmati ha consentito di verificare l’esatto abbigliamento dei malviventi che sono stati così ricercati con un dispositivo coordinato. In questo modo la Squadra Mobile della Questura ha individuato in piazza Goldoni uno dei due, il diciassettenne O. A. J., che indossava gli indumenti utilizzati durante le rapine. Lo stesso, accompagnato in Questura, ha ammesso i fatti ed è stato trovato in possesso di parte del bottino.

L'arresto e la denuncia

Contemporaneamente le pattuglie dei Carabinieri hanno individuato in via del Molino a Vento l’altro ragazzo, identificato nel diciannovenne B. B. A., anche lui con gli stessi abiti indossati durante la rapina. Alla perquisizione, il giovane è stato trovato in possesso del coltello e dello scooter rubato usato per la fuga. All'interno del mezzo i due caschi abbandonati all’interno di un cassonetto dei rifiuti e parte del provento della rapina. Ultimati gli atti di rito, il minore è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, mentre l’altro è stato arrestato.

Potrebbe interessarti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Malore in spiaggia, bambina finisce al Burlo

Torna su
TriestePrima è in caricamento