Coppia di rapinatori seriali arrestati dalla Polizia

L’indagine è iniziata dopo una violenta rapina a Trieste nel 2017: i due avevano ripetutamente picchiato l'anziana padrona di casa

Una coppia di pregiudicati, autori di furti e rapine, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato per reati commessi a Trieste e nella provincia di Udine. Tra questi una violenta rapina a Trieste nel 2017, occasione in cui i due avevano ripetutamente picchiato l'anziana padrona di casa.

La custodia cautelare

La corposa indagine è stata coordinata dalla Procura di Trieste e svolta dagli uomini della sezione “reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile di Trieste. Il G.I.P, su richiesta del P.M., ha così emesso l'ordinanza della custodia cautelare in carcere, eseguita nelle prime ore della mattina del 26 ottobre da parte della Squadra Mobile giuliana con il supporto delle Squadre Mobili di Udine e Gorizia.

Gli indagati

Gli indagati L. S, classe 1988, nato a Udine, residente a Trieste ma di fatto domiciliato a Gradisca d’Isonzo (GO) e P. D. classe 1981, nato e residente a Trieste ma di fatto domiciliato a Udine, sono stati rintracciati nelle rispettive abitazioni. I malviventi si sono resi responsabili di una lunga serie di reati e, mentre gli inquirenti erano a lavoro alla ricerca di prove per episodi pregressi, questi continuavano a fornire prove sugli stessi fatti compiendo nuovi delitti.

La rapina a Trieste

L’indagine è iniziata dopo una violenta rapina consumata a Trieste nel 18 settembre del 2017: gli indagati, dopo avere minacciato con una pistola giocattolo e picchiato ripetutamente la vittima di 76 anni, hanno portato via dall’abitazione numerosi oggetti preziosi, nonché un Rolex d’oro al polso della signora, il portafogli e due cellulari. La visione delle immagini riprese da alcune telecamere della zona ha consentito di individuare l'auto dei due, e l’esame dei relativi tabulati ha permesso di ricostruire parzialmente i loro spostamenti.

Altri reati

Dall’ascolto dei dialoghi intercettati e dall’esame dei tracciati gps è stato anche possibile ricostruire altri eventi delittuosi: una tentata rapina a danno di un’anziana in provincia di Udine lo scorso luglio 2018, non portata a compimento per causa indipendente dalla loro volontà; sempre in luglio un furto di circa 4 tonnellate di materiale ferroso in un’area della stazione ferroviaria di Trieste,nonché ulteriori otto furti ai danni di abitazione privata, aziende, circoli e associazioni sportive commessi tutti in provincia di Udine tra i mesi di giugno e ottobre 2018. Gli arrestati, ultimate le formalità di rito, sono stati ristretti presso due distinte case circondariali a disposizione della Procura.

Potrebbe interessarti

  • Scutigera, cos’è e perché non conviene ucciderla

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Trovato senza vita in mare: addio al fotografo Guido Cecere

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Allerta meteo: in arrivo forti temporali su tutto il FVG

  • Triestina-Juventus al Rocco sabato sera, manca solo l'ufficialità

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

Torna su
TriestePrima è in caricamento