Caso Regeni: Roma accelera le indagini, presto i primi indagati

Dopo incontro al Cairo le prime iscrizioni al registro degli indagati: persone in qualche modo coinvolte nel sequestro del giovane ricercatore e nel successivo depistaggio

Giulio Regeni (foto di repertorio)

Al via le prime iscrizioni al registro degli indagati sul caso Regeni da parte dei pm della Procura di Roma. Persone in qualche modo coinvolte nel sequestro del giovane ricercatore e nel successivo depistaggio, ma a carico delle quali non sussistono indizi o prove sufficienti. Lo comunica Ansa apprendendolo da fonti giudiziarie dopo l'incontro avvenuto al Cairo tra gli inquirenti. I magistrati di piazzale Clodio accelerano quinidi l'iter delle indagini a carico di queste persone, appartenenti alle autorità e ai servizi segreti egiziani e identificati nei mesi scorsi dagli uomini del Ros e Sco.

Regeni, Fico in visita al Cairo: «Una situazione di stallo»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento