Relazioni internazionali, Serracchiani a Monaco: «Collaborazione sempre più stretta tra Fvg e la Baviera»

Lo ha detto il ministro del Land bavarese agli Affari europei e ai rapporti regionali Beate Merk intervenendo alla presentazione del porto di Trieste in corso nel centro congressuale per la Cultura e l'Istruzione di Monaco

«Grandi passi avanti» si stanno facendo nel rapporto di collaborazione tra la Baviera e il Friuli Venezia Giulia. 

Lo ha detto il ministro del Land bavarese agli Affari europei e ai rapporti regionali Beate Merk intervenendo alla presentazione del porto di Trieste in corso nel centro congressuale per la Cultura e l'Istruzione di Monaco. All'evento assiste anche il suo collega Marcel Huber, che ha la delega ai Rapporti con il Governo centrale tedesco.  

Merk ha ricordato che «la collaborazione nei trasporti è uno dei punti centrali del nostro accordo», ovvero l'Intesa bilaterale siglata tra Baviera e Friuli Venezia Giulia lo scorso 4 maggio a Trieste. A tale proposito «oggi - ha reso noto il ministro degli Affari europei e regionali - si è riunito il gruppo di lavoro Friuli Venezia Giulia-Baviera con l'obiettivo di espandere lo scambio merci dal punto di vista doganale». 

Merk ha definito i rapporti italo-bavaresi come «qualcosa di speciale», rafforzati dagli appuntamenti odierni e in precedenza dalla visita triestina del presidente Horst Seehofer, ma saldamente radicati nel tempo, grazie anche al ruolo chiave svolto dall'oleodotto che parte da Trieste e che serve in maniera strategica la Germania meridionale. 

La presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, nel suo intervento davanti alla platea del Gasteig, ha evidenziato gli importanti investimenti nazionali di cui è destinatario lo scalo di Trieste e che contribuiranno ad aumentarne l'efficienza, al punto che è vicino il primato tra gli scali ferroviari italiani, dopo quello nella movimentazione complessiva delle merci, ottenuto grazie al greggio. In particolare, «il corridoio doganale Trieste-Monaco - ha rilevato la presidente del Friuli Venezia Giulia - è un'opportunità che non possiamo perdere nell'interesse dei due Paesi». 

«Trieste viene considerata la porta naturale della Baviera - ha affermato l'ambasciatore d'Italia in Germania Pietro Benassi -, perciò appoggiamo il lavoro eccellente della Regione Friuli Venezia Giulia per velocizzare e rafforzare i collegamenti tra l'Italia e la Baviera».

L'intervento centrale per l'illustrazione dei vantaggi e delle opportunità offerte al mercato bavarese dal porto di Trieste è affidato al commissario dello scalo Zeno D'Agostino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • "Non si potrà fare nulla senza di noi": anche a Trieste i manifesti contro Di Maio

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

Torna su
TriestePrima è in caricamento