Richiedenti asilo dalla palestra di via Locchi all'ex Sacra Osteria di Campo Marzio

Il Comune cerca di fronteggiare l'emergenza immigrati in città: nei giorni scorsi la notizia dell'alleggerimento del numero di rifugiati locali di 80 unità

Sono 80 i richiedenti asilo ospitati a Trieste che nei prossimi giorni verranno trasferiti in altre città per rendere meno grave quella che ormai lo stesso sindaco ha definito un'"emergenza". Nel frattempo però, per liberare, anche parzialmente, uno dei centri d'accoglienza locali, la palestra di via Locchi, il Comune ha deciso di aprirne un altro, in un'altra zona della città.

Così è stata data notizia che circa una trentina di rifugiati verranno trasferiti all'ex Sacra Osteria, il ristorante in zona Campo Marzio che il Comune aveva chiuso per morosità da parte della proprietà.

In seguito alla diffusione di questa decisione, i politici dell'opposizone ha alzato la voce e gridato allo scandalo.