Aspirapolvere, monitor e scala nel cassonetto: oltre 1000 euro di multa dalla Polizia locale

Appostamenti della Polizia locale hanno portato a identificare e sanzionare alcune persone che hanno gettato rifiuti speciali nei cassonetti

Foto di repertorio

Abbandonare la spazzatura fuori dagli appositi contenitori – specie se ingombrante – o gettare rifiuti speciali nei cassonetti sotto casa, è una cattiva abitudine che contribuisce ad alimentare il degrado urbano, oltre che nuocere gravemente all’ambiente.

In seguito ad una specifica segnalazione, il 3° Distretto di Polizia Locale ha focalizzato l’attenzione sull’isola ecologica di piazzale Moissi (alla fine di via Cumano). I responsabili di questi comportamenti sono soliti adottare numerose cautele per passare inosservati: gli agenti hanno dovuto fare i conti con queste problematiche e con alcune difficoltà operative ma – alla fine – i risultati sono arrivati.

Gli appostamenti, concentrati nei fine-settimana, hanno consentito di identificare (e sanzionare) 3 persone: due di esse per aver buttato nei cassonetti un aspirapolvere, un monitor e un’intera scala di legno (segata in 2 parti); la terza sanzione invece per l’abbandono di una grossa valigia e di una sedia a sdraio, sul marciapiede dell’isola. In quest’ultimo caso la sanzione è di 600 euro; 500 per i primi due. Visto il buon esito dell’operazione, l’attività potrebbe estendersi a breve anche ad altri punti di raccolta.

Si ricorda infine che esiste un metodo semplice ed economico per disfarsi dei rifiuti ingombranti – senza multe salate ma soprattutto rispettoso dell’ambiente e del decoro cittadino -: è quello di rivolgersi ad Acegas-Aps-Amga per il ritiro degli oggetti direttamente a casa propria. Basta chiamare il numero verde 800.955.988 da lunedì a venerdì in orario 10-16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blocco totale in Regione, ecco l'ordinanza di chiusura

  • Coronavirus: un caso sospetto a Monfalcone, ma il test è negativo

  • L'allarme coronavirus tra ordinanze, dubbi e chiusure: tutti gli aggiornamenti in regione

  • Forti dolori addominali e in stato d'agitazione, 19enne intossicato finisce a Cattinara

  • Coronavirus, dichiarato lo stato d'emergenza in FVG

  • Emergenza Coronavirus, chiude l'Università di Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento