Rivoluzione sulle rive, via i parcheggi dal fronte mare

L'assessore all'Urbanistica Luisa Polli convinta della bontà del progetto: "E' un sogno ma si può fare". Reazioni positive anche da parte delle altre fazioni politiche

L'assessore all'Urbanistica del Comune di Trieste Luisa Polli ha reso nota la possibilità di eliminare i parcheggi dalle rive triestine. "L'idea è quella di togliere i parcheggi che normalmente "scompaiono" con l'arrivo delle navi da crociera e spostarli negli spazi aperti al momento inutilizzati dietro al molo IV in porto vecchio". Quella che potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda il fronte mare di Trieste, per l'esponente leghista è la traduzione del "progettare globalmente, agire per step". 

La rivoluzione delle rive, concertata dalla Polli con il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, dovrebbe prevedere infatti alcuni passaggi progressivi. "In concomitanza con Esof - ha ricordato l'assessore - c'è l'intenzione di iniziare la fase sperimentale andando a lavorare in sinergia con tutti gli attori coinvolti e tentando di fare sistema sull'opportunità e non creando sterili polemiche". Il tratto interessato dalla decisione è quello che va da piazza Unità in direzione della stazione marittima. L'idea è parte di un progetto ben più ampio che la Polli ha in mente per il futuro di Trieste. 

Il trasporto integrato

"In porto vecchio ci sarà la linea 81 della Trieste Trasporti che può accompagnare i turisti e i triestini da lì al centro città; nella stessa zona ci saranno le due stazioni del bike sharing, il che permetterà una possibilità di spostamento ancora più facile. Riuscendo a togliere i parcheggi da tutte le rive e contestualmente vedere la conclusione dei lavori nella vecchia stazione di Sant'Andrea, da lì lo spostamento del turista e del triestino tra la città e il Carso potrebbe divenire ancora più semplice". 

Dopo l'annuncio dell'assessore leghista non sono mancate le reazioni politiche. “Saremo le prime a vigilare e incalzare affinché il progetto di liberare le Rive dalle automobili sia realizzato e resti permanente, anche dopo Esof" queste le parole della dem Laura Famulari e della renziana Antonella Grim che hanno espresso la loro approvazione nei confronti del progetto ricordando che "già come componenti della Giunta Cosolini abbiamo creduto in questa soluzione”. 

L'approvazione del Pd e di Italia Viva

“Liberare le Rive dai parcheggi delle autovetture – osserva Grim - è una scelta doverosa, soprattutto oggi che finalmente abbiamo l’occasione di ridisegnare tutta la linea di costa dalla Sacchetta a Miramare. I triestini devono poter tornare a gustare il contatto diretto con il nostro mare e questo deve essere il primo fondamentale tassello”.Famulari riconosce a Dipiazza “il merito di aver saputo raccogliere una nostra buona idea e attuarla. Certo oggi Dipiazza ha il vantaggio di poter disporre del Molo quarto e degli spazi adiacenti del recuperato Porto vecchio, che sono stati restituiti alla città dal famoso emendamento Russo. Confidiamo che la realizzazione dei parcheggi coperti, quando avverrà, sarà fatta nel rispetto del contesto in cui si inserirà”.

Progetto Fvg

Per Giorgio Cecco di Progetto Fvg "l'importante è che ci sia un piano generale strutturato incrementando i parcheggi in prossimità o di interscambio, contenendo così l'intensità del traffico cittadino, spesso causato proprio per la ricerca del parcheggio e che è una delle principali fonti di inquinamento". per Cecco "non bisogna dimenticare "la situazione dei parcheggi per le due ruote, ancora insufficienti per un mezzo fra i più usati dai triestini. Molte sono le variabili nell'ottica di una Trieste futura a misura d'uomo e dell'ambiente, ma anche di servizio per le attività economiche e nello specifico del turismo, che devono essere prese in considerazione con una pianificazione adeguata e a medio-lungo termine". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tutto questo poi va considerato il ruolo dell'Autorità Portuale e le aperture derivanti da un possibile e futuro accordo di programma. La strada però sembra tracciata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Coronavirus, altra impennata in Fvg: 147 positivi e sei morti, i contagiati sono oltre 1100

  • I contagiati salgono a 874, decessi a quota 47: il bollettino di oggi in Fvg

  • Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia la regione che resta di più a casa

  • Coronavirus, altro balzo in avanti: in Fvg i contagiati ora sono 1223, 13 guariti in più

  • I contagiati salgono a 930, 54 decessi: il bollettino del FVG

Torna su
TriestePrima è in caricamento