Rotary Club Muggia: la guida passa a Sergio Ashiku

Il noto ingegnere e dirigente del Comune succede a Lorenzo Capaldo e guiderà il Club muggesano per l’anno sociale 2017/18

Laura MArzi e Sergio Ashiku

Il nuovo anno sociale 2017-2018  del Rotary Club Muggia si è aperto con l’insediamento del nuovo presidente Sergio Ashiku, che è subentrato a Lorenzo Capaldo. Nato nel 1959, dopo aver ottenuto il diploma al Liceo Oberdan si è laureato in ingegneria civile-edile all’università di Trieste. All’inizio della propria carriera ha svolto attività libero professionale ed è stato ricercatore per il consiglio nazionale delle ricerche.

Nel 1994 è stato assunto all’area lavori pubblici del Comune di Trieste, per la quale ha seguito personalmente la progettazione e la direzione lavori di numerose opere cittadine: il risanamento della galleria San Vito, la ristrutturazione della viabilità sulle Rive, la riqualificazione di piazza Garibaldi, ma anche quelle di piazza dell’Unità d’Italia, di piazza della Borsa e dei rioni di San Giacomo e Cavana. Dal 2011 al 2013 è stato direttore tecnico all’Irccs Burlo Garofolo ed ora si occupa di edilizia scolastica per l’amministrazione comunale.

A dare il via all’annualità rotariana è stata la prima serata conviviale, che ha avuto come ospite il sindaco di Muggia, Laura Marzi, la quale ha illustrato le strategie del Comune per lo sviluppo della cittadina istro-veneta. Come ha spiegato Ashiku, la serata «ha permesso di rafforzare i buoni rapporti esistenti tra l’amministrazione cittadina e il nostro Club, trovando molte affinità di intenti tra Comune e Rotary. Sicuramente dunque le occasioni di collaborazione non mancheranno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i punti citati dal primo cittadino anche il Piano regolatore muggesano, volto a dare impulso allo sviluppo della zona industriale, una più ampia collaborazione con la Siot (realtà che indubbiamente porta un notevole indotto sul territorio) e la volontà di contrastare la chiusura di attività commerciali nel centro storico con incentivazioni mirate, in particolare per i giovani. Il presidente del Rotary ha quindi ribadito che «l’impegno del Club a favore del territorio sicuramente continuerà e nel corso di quest’anno sociale non mancheranno le occasioni per vagliare e attuare progetti capaci di portare reali ricadute sull’area muggesana, sia dal punto di vista culturale, sia sociale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

Torna su
TriestePrima è in caricamento