Rintracciati 25 richiedenti asilo a Opicina

L'operazione è stata svolta dagli agenti della Polizia di Frontiera. Questo di oggi è l'ennesimo rintraccio sul territorio alle spalle di Trieste. Anche ieri in zona Moccò (val Rosandra) sono stati fermati sette cittadini di origine pakistana

foto relativa al rintraccio del 12 luglio in zona Moccò

Questa mattina il Settore Polizia di Frontiera e la Volante Muggia hanno rintracciato a Opicina 25 migranti. Gli stranieri, tutti uomini di nazionalità pakistana tranne uno (di origine irachena), sono stati trasportati, anche con l’ausilio di Trieste Trasporti, presso la caserma di Fernetti per le operazioni di fotosegnalamento e gli accertamenti relativi alla loro posizione sul territorio nazionale.

Tutte le persone rintracciate hanno richiesto la protezione internazionale. Questo di oggi rappresenta l'ennesimo rintraccio, avvenuto nelle ultime settimane nella zona del retroterra della città di Trieste. Anche ieri infatti, nella zona di Moccò, sono stati rintracciati sette uomini di origine pakistana, tutti maggiorenni (la foto dell'articolo si riferisce proprio al rintraccio di ieri, 12 luglio). 

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Maxi frode in tutta Europa con sequestri per 80 milioni di euro e 25 arresti, in carcere doganiere triestino

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

Torna su
TriestePrima è in caricamento